Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:46 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, l'esercito israeliano attacca con forze aeree e truppe via terra

Attualità venerdì 17 luglio 2015 ore 14:46

Cento punti per una Firenze più vivibile

Il sindaco ha presentato il piano antidegrado che partirà a dicembre. Dal numero verde per segnalare abusi e criticità, alla lotta contro i minimarket



FIRENZE — Entro settembre il piano 'Firenze Vivibile' verrà messo nero su bianco e arriverà in Giunta. Tre mesi dopo approderà in consiglio comunale per la definitiva approvazione. Da quel momento in poi Firenze inizierà a trattare tutti i temi della vivibilità della città come se fosse un unicum.

La prima novità sarà l'introduzione di un numero verde cui i cittadini potranno segnalare i disagi e gli abusi cui assisteranno. "Dobbiamo dare tutti il nostro contributo - ha detto il sindaco Dario Nardella - in modo da agevolare il lavoro delle forze dell'ordine. Questo vale in tutti i campi, compresi i migranti accolti sul territorio fiorentino che dovranno fare manutenzione del verde pubblico, invece di stare 'a baco' come si dice a Firenze".

E una grande mano, ha detto Nardella, dovrà arrivare anche dalle associazioni cittadine come gli Angeli del Bello sia sul tema della pulizia delle aree degradate che sul contrasto ai writers. Il Comune dal canto suo provvederà a mettere a punto un piano di nuova illuminazione per alcuni quartieri.

Il secondo punto è quello del controllo del territorio. Polizia municipale e carabinieri pattuglieranno costantemente le vie del centro, ma Nardella ha lanciato un'appello al ministro degli Interni, Angelino Alfano affinché aumenti il contingente di agenti su Firenze. Questo perchè il numero di poliziotti che il Viminale invia nelle città è calcolato soprattutto in base agli abitanti. "Firenze ha 380 mila abitanti - ha detto Nardella - ma subisce la pressione del turismo e dei grandi eventi e di questo bisogna tenere conto".

Ultimo capitolo, quello dei minimarket. L'idea è quella di studiare il modo per regolamentare le aperture, senza entrare in rotta di collisione con il piano liberalizzazioni previsto dal decreto Monti.

DARIO NARDELLA SU PROGETTO FIRENZE VIVIBILE
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La polizia municipale ha diramato le fotografie di quattro biciclette recuperate al fine di individuarne i proprietari per la restituzione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità