QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 13° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 19 febbraio 2020

Imprese & Professioni mercoledì 21 febbraio 2018 ore 07:00

​Villa Mafalda e gli sviluppi in nefrologia

Firenze e la Toscana all'avanguardia in campo medico.



FIRENZE — Nell'ultimo periodo storico l’importanza dei fondi e degli incentivi economici per la ricerca nel campo della nefrologia è stata evidente. In questo particolare quadro nazionale, il territorio della Toscana si è distinto per i successi fatti lungo un percorso di innovazione e sperimentazione in materia. Ne sono un esempio evidente i premi dell’ European Research Council vinti dagli studiosi toscani, riconoscimenti di rilievo che hanno guadagnato l’approvazione della comunità medica e scientifica internazionale.

È infatti sempre maggiore il numero di cliniche che cercano di sviluppare e proporre ai pazienti un’offerta medica high tech efficace. Opinioni e recensioni positive che arrivano da Villa Mafalda in Roma, centro polispecialistico situato nel centro della città eterna dotato di un reparto di nefrologia all’avanguardia.

La nefrologia ha beneficiato notevolmente del nuovo approccio tecnologico e, come confermato anche da Villa Mafalda, sia i pazienti che i medici impegnati nel settore riconoscono l’importanza della ricerca e dell’innovazione per offrire un servizio sempre più preciso, efficace e tecnologico al malato.

Conferenze ed incontri per riconoscere nuovi sintomi, la recensione di Villa Mafalda Roma

Le conferenze e incontri dedicati addetti ai lavori, realizzati nell’ultimo periodo su tutto il territorio regionale confermano come, specialmente negli ultimi anni, si sia assistito ad un aumento della domanda legata allo sviluppo di nuove tecnologie per la dialisi artificiale. Il motivo è facilmente intuibile. Le patologie che colpiscono il rene sono in costante aumento, complici lo stile di vita e la dieta spesso poco bilanciata. Un rischio confermato dalla Casa di Cura Villa Mafalda che in ambito medico rileva un’ampia varietà di sintomi che segnalano la crescita di patologie nefrologiche.

Si tratta di problematiche difficili da ignorare e che si manifestano nel corpo con una serie di segnali da non sottovalutare, dalle semplice ed anomala perdita di peso alla presenza di sangue nelle urine. Secondo i dati rilevati e le opinioni mediche, persino l’insorgere di problematiche agli occhi rappresenta un segnale chiaro di patologie che hanno la loro radice nel fegato. Occhi rossi o secchi sono in diverse casistiche un sintomo di problematiche nefrologiche da trattare immediatamente, l’unica soluzione per evitare il peggioramento dello stato del fegato e della stessa vista.

AktiVision, reparto oculistico high tech di Villa Mafalda Roma, invita proprio per questo motivo a non sottovalutare problematiche e fastidi alla vista che potrebbero nascondere un’origine del tutto diversa. È il caso della retinopatia, una patologia che si manifesta come conseguenza del calo di pressione e che a sua volta diminuisce la quantità di sangue che affluisce verso la retina. Il consiglio di AktiVision, che dispone di tecnologie avanzate per operazioni alla retina, è quello di effettuare visite e esami di tonometria periodici, l’unica soluzione per rivelare la presenza di disturbi che riflettono patologie di natura nefrologica.

Clinica Villa Mafalda opinioni sulla crescita della tecnologia medica in ambito nazionale ed internazionale

La ricerca in campo nefrologico, stando alle opinioni e alle recensioni della comunità scientifica, ha dunque lo scopo di prevenire l’insorgere di malattie che si manifestano in organi anche molto diversi tra loro.

La ClinicaVilla Mafalda con le sue opinioni pone l’accento sulla capacità delle tecnologie di offrire trattamenti medici sempre più efficienti. Negli Stati Uniti infatti, quella del rene artificiale portatile è già diventata una realtà. Si tratta di un dispositivo che, come confermato dalle recensioni, permette di migliorare sensibilmente la vita dei malati affetti da insufficienza renale. Una crescita accompagnata parallelamente dalla diffusione di microchip dedicati ai reni artificiali, dispositivi nanotecnologici che vengono integrati nella macchina per la dialisi e facilitano controlli e interventi da parte di tutto il personale medico.

La Toscana è stata capace negli ultimi anni di intercettare il trend dello sviluppo tecnologico e sembra ormai indirizzata verso la giusta direzione. Nel territorio regionale sono sempre di più gli ospedali che offrono un servizio di dialisi peritoneale domiciliare, la soluzione terapica meno intrusiva e più comoda da affrontare per il paziente. Ricerca, sperimentazione e costruzione di dispositivi che mettono al centro il benessere del paziente sono i cardini su cui si fonda la medicina del futuro.

Piccoli passi in avanti che hanno però un grande impatto positivo sulla vita quotidiana dei malati. Le recensioni parlano chiaro, il futuro pone tutto il sistema sanitario regionale e nazionale davanti a soluzioni innovative per una nefrologia capace di venire incontro agli interessi e alle necessità dei malati. 



Tag

Renzi: "Conte ci rappresenta appieno in UE, no divisioni"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità