Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:15 METEO:FIRENZE21°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 20 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tutti condannati per l'omicidio di Desirée

Attualità lunedì 07 settembre 2015 ore 18:13

Tramvia, lavori in ritardo di almeno quattro mesi

TRAMVIA, CANTIERI IN RITARDO DI ALMENO 4 MESI

Per problemi di liquidità Tram spa non ha potuto pagare i doppi turni agli operai. Nardella infuriato: "Se non si recupera studieremo pesanti penali"



FIRENZE — Sono passati meno di due mesi dal sopralluogo effettuato il 13 luglio scorso dal sindaco di Firenze accompagnato dal viceministro delle Infrastrutture Riccardo Nencini sui cantieri della tramvia. Sopralluogo in cui già erano stati individuati pesanti ritardi, che ora, invece di essersi ridotti, sono aumentati. 

Al momento infatti la linea 2 viaggia con 7 mesi di ritardo mentre la 3 con 4 mesi. Sindaco e viceministro hanno convocato a Palazzo Vecchio i vertici di Tram spa, la società capofila che si occupa della costruzione delle linee e hanno dato loro una settimana di tempo per mettere nero su bianco l nuovo cronoprogramma.

"Ci hanno proposto di ammortizzare i ritardi a fine lavori - ha spiegato Nardella - ma a noi non va bene. Vogliamo vedere risultati immediati. Anche perchè i fiorentini sopportano i sacrifici e i disagi ma solo se vedono che i lavori procedono". 

Per questo  Palazzo Vecchio e il ministero hanno invitato le aziende a ricorrere a doppi e tripli turni, lavorando dove possibile anche di notte. Fabrizio Bartaloni, numero uno di Tram spa si è detto pronto a fare questa richiesta alle ditte appaltatrici e poi ha spiegato i motivi dei continui ritardi. "Prima cosa c'è il problema dei sottoservizi (linee telefoniche, acqua, gas) che ritardano i lavori e non garantiscono la continuità dei cantieri, ma poi da marzo abbiamo avuto problemi di liquidità". 

Questo perchè il Comune ha potuto pagare la sua tranche per i lavori svolti fino a marzo solo a luglio, quando Tram ha presentato la fideiussione da 190 milioni di euro necessaria ad accedere ai contributi pubblici. Dall'altro perchè le banche non hanno versato le loro quote. 

Il Comune si impegnerà a fare pressione sulle banche perchè concedano i crediti e sulle aziende dei sottoservizi affinchè velocizzino le loro pratiche, ma Nardella ha anche  chiesto alle ditte di darsi da fare e recuperare il ritardo altrimenti scatteranno pesanti penali.

Il piano dei costruttori, in ogni caso, sarà questo: la linea 2 che doveva aprire i battenti ad aprile, lo farà il primo agosto 2017 , mentre la linea 3 vedrà i suoi primi treni accogliere i passeggeri a partire dal 21 novembre 2017, 4 mesi più tardi rispetto a quanto preventivato.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ladro ha infilato direttamente le mani nel registratore di cassa, afferrando i contanti. Il gestore ha provato a fermarlo ed è stato colpito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità