QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 9° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 11 dicembre 2019

Attualità venerdì 10 aprile 2015 ore 17:00

Tunnel Tav, in autunno ripartono i lavori

Ad annunciarlo è stato l'amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile: "Aspettiamo i risultati del Cnr sulle terre di scavo e una nuova talpa"



FIRENZE — Sono passati più di due anni da quando il 17 gennaio del 2013 la magistratura ha messo i sigilli al cantiere dell'alta velocità fiorentina alla stazione di Campo di Marte. Da allora sono state numerosissime le voci che si sono rincorse e che hanno detto la loro sui tempi di ripresa dei lavori.

L'ultima e forse la più autorevole in ordine di tempo è quella dell'amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile: "Siamo in attesa dei risultati del Cnr per quanto riguarda la qualità delle terre che andranno scavate - ha spiegato Gentile -. Siamo in attesa dell'arrivo della nuova fresa che e' stata comprata, quindi non e' più riassemblata, proprio per dare la massima garanzia di affidabilità nella fase di scavo. Ritengo che se tutte le cose vanno a buon fine, in autunno quindi a settembre-ottobre saremo pronti a ripartire".

Una buona notizia per i pendolari toscani visto che solo la separazione della linea veloce da quelle del trasporto regionale può consentire ai convogli di arrivare puntuali a destinazione. 

L'obiettivo per il 2019, secondo il presidente Enrico Rossi, dev'essere quello di avere il 93% dei treni pendolari in orario.

Sul capitolo terre di scavo il Cnr si dovrebbe pronunciare fra maggio e giugno. ""Per noi - ha spiegato Gentile - il progetto resta quello che era stato approvato, col conferimento delle terre a San Giovanni Valdarno, nell'ex centrale di Santa Barbara per la costruzione delle collinette a Brichetti. Se così non dovesse essere, è evidente che la soluzione dovrà essere quella di fare altre ipotesi di smaltimento, sicuramente più costosa di quella: ma se non c'è alternativa, ed è l'unico sistema per costruire il sottoattraversamento, sarà cosi".



Tag

Renzo Bossi: «I 49 milioni erano sul conto quando papà se ne andò»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Lavoro