Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:45 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 04 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il robot umanoide cinese (concorrente di Tesla) batte il record di velocità

Attualità sabato 31 dicembre 2022 ore 18:05

Lenticchie e uva, a tavola il cenone portafortuna

brindisi
Anche lo spumante ha il suo posto fra i riti alimentari di buon auspicio

Quanti acini vanno mangiati perché portino bene? E gli spaghetti? Tutti i segreti del menu di San Silvestro, la spesa, le scelte dei toscani



TOSCANA — La risposta è 12: perché mangiare l'uva porti bene ne vanno mangiati 12 acini, uno per ogni mese dell'anno. E anche gli spaghetti sono di buon auspicio, a patto però di non spezzarli - orrore - prima di tuffarli in pentola. Via libera alle lenticchie a cui la tradizione assegna il compito di portare prosperità, presenti in 8 tavole su 10, e il melograno poi coi suoi grani che si dice mettano al riparo dai problemi eventuali del nuovo anno. 

Al momento del brindisi con lo spumante, infine, occhio ai tappi volanti perché chi viene colpito pare si dovrà sposare entro l'anno. Ma se ne cade qualche goccia, bagnarsi con quella dietro le orecchie dovrebbe assicurare un anno venturo fortunato.

Sono ore di maratona ai fornelli per i 6 toscani su 10 che hanno scelto di festeggiare l'arrivo del 2023 fra le mura domestiche, magari con amici e parenti ma servendo un cenone preparato rigorosamente in regime di fai da te.

Si spentola e si spignatta ma sempre con l'occhio alla tradizione e alle consuetudini, tra cui appunto i riti di propiziazione alimentare. Se quelli del cenone 2021 abbiano funzionato o meno lo si sperimenta ogni giorno, e quindi si aumenta l'impegno per questo ultimo miglio di 2022 destinato ad approdare a un 2023 nuovo di pacca.

Secondo un'indagine Coldiretti/Ixè ogni famiglia spenderà per il cenone in media 96 euro per un menu costruito con pietanze della tradizione locale scelte attorno ai cibi portafortuna. Alle lenticchie dunque si accompagna la riscossa di cotechino e zampone che ben ci stanno e che saranno presenti sul 69% delle tavole su cui, per altro, cotechino batte zampone.

Un assaggino di pesce poi ci sta, e sulle tavole di San Silvestro si affacceranno soprattutto alici, vongole, sogliole, triglie e seppie. Tocco esotico per il salmone dall'estero per il 63% dei commensali, ma per il resto si va sul pescato locale. Cin cin con le bollicine italiane, spumante in testa scelto dall'84% dei festaioli, e tanti auguri. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno