Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:50 METEO:FIRENZE13°21°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 22 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Attesa per Atalanta-Bayern Leverkusen: rivivi la stagione dei nerazzurri di Gasperini verso la prima finale europea

Cronaca giovedì 28 gennaio 2016 ore 11:52

Scatta l'inchiesta per la morte sugli sci

Ipotesi di reato di omicidio colposo a carico di ignoti per la morte di Emanuele Santoni che ha perso la vita durante una discesa sul Cimoncino



MODENA — Aveva compiuto da poco quattordici anni Emanuele e ha perso la vita scendendo sugli sci lungo le piste del Cimoncino, sull'Appennino modenese, schiantandosi rovinosamente su una "giraffa" sparaneve . La procura di Modena ha aperto un fascicolo sulla morte del 14enne di che abitava a Bagno a Ripoli e frequentava l'istituto Gobetti-Volta, in gita assieme ai suoi compagni. L'ipotesi di reato è di omicidio colposo a carico di ignoti. Non ci sarebbero ancora indagati.

I magistrati però hanno disposto il sequestro della giraffa sparaneve. Dopo gli accertamenti in Medicina Legale, la procura ha concesso il nulla osta per la restituzione della salma di Emanuele Santoni. Il giovane è deceduto poco dopo l'urto contro una 'giraffa' sparaneve sulla pista 'Delle Marmotte', una 'rossa' di media difficoltà che stava percorrendo insieme ad alcuni compagni di gita scolastica.

Si trattava di una delle ultime discese prima di fare ritorno insieme alla comitiva in Toscana. L'asta dell'impianto urtata dallo studente era avvolta da una protezione, ma l'impatto è stato comunque fatale per il ragazzo, che da quanto risulta era uno sciatore principiante. 

I soccorsi sono stati immediati ma non è stato possibile rianimare Emanuele.

In una nota il Consorzio Stazione Invernale del Cimone esprime "vicinanza e cordoglio alla famiglia, agli insegnanti e agli amici di Emanuele, colpiti dal tragico incidente. Nonostante da anni la Stazione lavori per la sicurezze delle piste, investendo uomini e mezzi per adottare, come in questo caso, tutte le dovute precauzioni - si legge nel comunicato - purtroppo a volte ci si sente impotenti dinanzi a fatalità che ci lasciano attoniti. Basti considerare che solo sulla pista teatro dell' incidente transitano circa 350mila sciatori per ogni stagione invernale e mai fino ad ora si era verificato una simile tragedia".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ai clienti venivano proposte prestazioni 'particolari' in cambio di pagamenti extra. I due centri sono stati sequestrati dalla Finanza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità