QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 17°17° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 24 ottobre 2019

Attualità mercoledì 08 aprile 2015 ore 14:40

"Lotta agli sprechi ma i Comuni hanno già dato"

La presidente di Anci Toscana Biagiotti interviene sui tagli previsti dal governo Renzi nel Def. Nardella: "Stop alle polemiche, soluzione condivisa"



FIRENZE — Dopo le polemiche e le contestazioni dei sindaci al documento economico finanziario presentato dal governo Renzi, anche la presidente di Anci Toscana Sara Biagiotti interviene in difesa delle ragioni dei Comuni. 

“Gli enti locali hanno dato un contributo molto importante al risanamento dei conti dello Stato e questo deve essere tenuto in considerazione - scrive Biagiotti in una nota - I Comuni devono garantire i servizi fondamentali per i cittadini e non possono sopportare ulteriori tagli”. 

“Noi siamo disponibili a colpire gli sprechi ma non lo siamo a tagliare i servizi per i cittadini: scuola, assistenza agli anziani, trasporto pubblico - continua Biagiotti - Il presidente Fassino ha posto un problema importante e il governo lo ha recepito, perché incontrerà Anci prima del consiglio dei ministri sul Def previsto venerdì. I Comuni sono sempre stati disponibili a ridurre le spese, ma i sacrifici che hanno fatto gli enti locali non sono stati richiesti alle amministrazioni centrali dello Stato. Pensiamoci”.

Anche il sindaco di Firenze Dario Nardella è tornato sulla questione.

“Come presidente dell’ANCI confido che Fassino cercherà un approdo a una soluzione condivisa che da un lato consenta al Governo di andare avanti sul progetto di risanamento dall’altro consenta agli Enti Locali di fare la propria parte senza che vi siano sproporzioni nel carico dei tagli - ha dichiarato Dario Nardella rispondendo a Giovanni Minoli su Radio 24 - Fassino quando parla del fatto che in questi anni i Comuni hanno dato molto ha ragione, e io apprezzo l’atteggiamento sempre disponibile che lui ha.”

Fassino ha ricordato oggi che le regole di bilancio sono cambiate 64 volte dal 2011. "Questo significa avere le idee poco chiare?” ha chiesto Minoli a Nardella. 

“Cosa le devo dire, se il governo propone la local tax, io penso che vada proprio nella direzione di avere regole più semplici, anche meno balzelli, con un rapporto più snello le entrate e le spese però - ha risposto il sindaco di Firenze - Io non critico la politica del governo ma ho posto nell'Anci un tema di ripartizione dei sacrifici: le sembra spiegabile che la città metropolitana di Bologna abbia il 5 per cento dei tagli e la città metropolitana di Firenze abbia il 23 per cento? Spesso sono colpiti gli enti locali più virtuosi. Poniamo un tema non facendo polemica fra sindaci e governo ma su come si possono applicare tagli proporzionali e giustificabili ai vari enti sulla base anche delle loro capacità".



Tag

Manovra, Fioramonti: "Sono preoccupato, risorse per la scuola sembrano poche"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Cronaca

Attualità