Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:FIRENZE19°27°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 05 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Valentino Rossi annuncia: «Mi ritirerò a fine stagione»

Cronaca mercoledì 27 marzo 2019 ore 11:29

Fine della corsa per i predoni con la Mercedes

I quattro albanesi arrestati per i furti utilizzavano una Mercedes rubata per i raid lampo nelle case. Furti nelle province di Firenze, Pisa e Livorno



FIRENZE — Sono quaranta i furti lampo avvenuti tra gennaio e marzo e perpetrati dalla banda di ladri bloccata dai carabinieri di Firenze. I quattro, tutti albanesi di età compresa tra i 31 e i 39 anni, effettuavano raid lampo nelle case isolate. La loro base in due appartamenti a Montecatini Terme, dove avevano anche un magazzino stracolmo di refurtiva, ma cambiavano spesso residenza per non destare sospetti. Stavano progettando di scappare all'estero e uno di loro è stato bloccato all'aeroporto di Pisa.

Durante uno dei furti, a Pontessieve, riuscirono a rubare una Mercedes con la quale misero a segno altri 15 colpi a Firenze, Fiesole, Dicomano, Vicchio, Bagno a Ripoli e Borgo San Lorenzo. 

A marzo la banda avrebbe messo a segno altri colpi nei comuni di Fiesole, Pontassieve, Bagno a Ripoli, in provincia di Firenze, a Montescudaio, Terricciola in provincia di Pisa e a Collesalvetti in provincia di Livorno.

Recuperata la refurtiva: due auto, circa 3mila euro in contanti, monili in oro, prodotti di pelletteria griffati e bottiglie divino pregiato.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il conducente del mezzo pesante è rimasto ferito e fra Incisa Reggello e Firenze Sud l'autostrada è rimasta bloccata con code di molti chilometri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Sport

Attualità

Attualità