Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:FIRENZE16°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 21 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
L’elicottero perde il carico sopra una pista da sci ad Aprica: sciatori sfiorati per un soffio

Cronaca mercoledì 10 ottobre 2018 ore 08:24

Bomba di Capodanno, Interno e Difesa parti civili

I due ministeri sono stati ammessi dalla Corte d’assise al processo per l’attentato anarchico in cui rimase gravemente ferito l’artificiere Mario Vece



FIRENZE — Il ministero dell'Interno e della Difesa sono stati ammessi come parti civili nel processo contro 39 anarchici imputati per diversi fatti riguardanti l'attentato alla libreria Il Bargello del 1 gennaio 2017. Parti civili si sono costituiti anche il sindacato di polizia Siulp, Casapound e la libreria stessa.

Nell’attentato è rimasto gravemente ferito l'artificiere di polizia Mario Vece che stava tentando di disinnescare l'ordigno. Il reato più grave tra quelli contestati agli imputati è appunto tentato omicidio. 

Durante l’udienza il presidente della Corte ha dovuto più volte richiamare all'ordine alcune decine di militanti di area anarchica che hanno gridato in aula per sostenere li imputati. Prossima udienza il 18 ottobre. 

Dopo l'udienza la protesta si è spostata davanti al carcere di Sollicciano dove è stato anche acceso un fumogeno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' di 5 vittime e 3 feriti il bilancio definitivo della tragedia. Minuto di silenzio a Camera e Senato. Le condizioni dei feriti. Domani lo sciopero
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità