Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:17 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 01 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, Donzelli (FdI): «La sinistra sta con lo Stato o con terroristi?». E in Aula scoppia il caos

Attualità martedì 15 novembre 2022 ore 16:53

Alta Velocità, protocollo di legalità per l'opera

La firma del protocollo
La firma del protocollo

Siglato in prefettura l'atto di contrasto al pericolo di infiltrazioni criminali nella realizzazione del passante e della stazione del nodo fiorentino



FIRENZE — Protocollo di legalità per la realizzazione del passante ferroviario alta velocità del nodo di Firenze e della nuova stazione Av, il cui valore ammonta a oltre 1,1 miliardi di euro: l'atto è stato siglato stamani dal prefetto di Firenze Valerio Valenti con il referente di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs italiane), il capo dell’ispettorato territoriale del lavoro e le organizzazioni sindacali di categoria Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil.

L’intesa, che ricalca lo schema tipo di protocollo deliberato dal Cipe per le infrastrutture prioritarie del Paese, si propone di innalzare il livello di efficacia dell’attività di prevenzione amministrativa a fini antimafia, prevedendo ulteriori e più ampie forme di verifica, monitoraggio e controllo volte a contrastare il pericolo di infiltrazioni criminali nella realizzazione dell’opera pubblica, focalizzandosi sulla parte esecutiva del contratto, per la quale i rischi di condizionamento della criminalità organizzata si esprimono con maggiore forza e frequenza.

L’intesa prevede anche clausole contrattuali per la prevenzione di interferenze illecite a scopo corruttivo, che impegnano l’ente aggiudicatore (Rete Ferroviaria italiana), l’affidatario e tutte le imprese della filiera a segnalare alla prefettura eventuali tentativi di condizionamento criminale.

Non solo: l'accordo contiene la previsione di una banca dati informatica, costituita e gestita dall’ente aggiudicatore, nella quale saranno raccolti tutti i dati relativi ai soggetti che, a qualunque titolo, interverranno nella progettazione e/o realizzazione dell’opera e le informazioni riguardanti l’attività svolta nei cantieri settimanalmente, in modo da consentire un costante monitoraggio. 

La banca dati sarà messa a disposizione del Gruppo Interforze Antimafia costituito presso la prefettura, del Servizio per l’alta sorveglianza delle grandi opere (Sasgo) costituito presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e del Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica (Dipe) della presidenza del Consiglio dei ministri.

Saranno costituiti presso la prefettura di Firenze una Cabina di Regia per effettuare, mediante incontri periodici, un monitoraggio congiunto ed una valutazione dell’iter esecutivo dell’opera pubblica o di specifiche problematiche di rilievo, e un Tavolo di monitoraggio dei flussi di manodopera di cui faranno parte un funzionario dell’Ispettorato territoriale del lavoro e le organizzazioni sindacali degli edili maggiormente rappresentative e sottoscrittrici del protocollo.

Hanno detto

Il prefetto Valenti ha messo l'accento sulla funzione della banca dati: "Ritengo - sono le sue parole - che la previsione di una banca dati informatica rappresenti un grande valore aggiunto nella prospettiva di accrescere e potenziare in maniera sempre più incisiva, mediante un attento e costante lavoro di monitoraggio, il livello di sicurezza nei cantieri”.

“Frutto della collaborazione con tutti i soggetti coinvolti – sostiene Rete Ferroviaria Italiana – il protocollo prevede anche l’istituzione di una cabina di regia permanente che fornirà un ulteriore elemento di confronto e garanzia durante la realizzazione dell’opera”.

“Il protocollo oggi sottoscritto - ha affermato il capo dell’Ispettorato territoriale del lavoro - prevede clausole concrete che favoriscono la verifica del rispetto della disciplina di tutela dei lavoratori nell’ambito dei cantieri di prossima realizzazione”.

Soddisfatti anche i sindacati per quanto attiene "la legalità e la tutela dei diritti dei lavoratori in materia di orario, salute e sicurezza", con l'auspicio che si avvii il "tavolo di monitoraggio dei flussi, nonché l’estensione di questo strumento ad altre importanti infrastrutture esistenti e future del territorio”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Avrebbe percorso 3mila chilometri in meno di un mese, è quanto scoperto dai vigili urbani su un'auto sequestrata, non assicurata e senza revisione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità