Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 25 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo2020, la sicurezza blocca Simone Biles: «Mi mostra il pass? Buona fortuna»

Attualità sabato 09 marzo 2019 ore 16:03

Aeroporto, maxi-corteo contro la nuova pista

I comitati fiorentini e toscani contrari alla nuova pista dell'aeroporto di Firenze annunciano una grande manifestazione per il 30 marzo



FIRENZE — Partiti della sinistra, associazioni e comitati cittadini di Firenze, della piana fiorentina, di Prato e di Pisa scenderanno di nuovo in piazza sabato 30 marzo per protestare contro il potenziamento dell'aeroporto Vespucci di Peretola. E spiegano le loro ragioni in una congiunta, firmata dalle varie articolazioni zonali di Rete delle Città in Comune,  Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana, Possibile, Potere al popolo, Per Sesto..

"Siamo ben consapevoli di essere su questa “grande opera” di fronte alla più totale mancanza di interesse collettivo - si legge nella nota - Eppure i favorevoli sono andati avanti e tutti uniti : 5 stelle a cominciare dal ministro Toninelli, Pd in molte delle sue articolazioni, destre varie e il presidente Rossi. Questa la situazione all’indomani della conferenza dei servizi. Una buona parte della politica fa quindi finta di essere alternativa, ma quando c’è da schierarsi per il (privato) potente di turno non ha dubbi e si dimostra accondiscendente e prona. Per questo è il momento – più di sempre – di fare fronte comune: solo con una grande mobilitazione di popolo, ma anche un contrasto continuo e costante in tutte le sedi opportune e in tutte le forme democraticamente possibili, potremo fermare quella che risulterebbe essere un'opera devastante per tutta la Piana centrale della Toscana (e non solo ) per i prossimi decenni. Devastante ambientalmente (ce lo dice di fatto l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ce lo dice lo stravolgimento a cui andremmo incontro, che aprirebbe seri dubbi sulla tenuta idrogeologica dell’area, certo non favorita dalla sparizione di fatto, con il mega aeroporto, del Parco della Piana; mentre soluzioni diverse potrebbero risolvere gli attuali problemi ambientali invece che acuirli a buona parte dei fiorentini e dei toscani), economicamente (non ha nessun senso avere tre aeroporti di quelle dimensioni in poche decine di km/q, dobbiamo semplicemente rafforzare i collegamenti con Pisa e più in generale il trasporto su ferro - e questo porterebbe anche lavoro a molti -), senza dimenticare la voracità onnivora di soldi pubblici che il proprietario chiede per fare gli interessi propri; ma insostenibile anche socialmente, perché è bene dirselo, su questo tema il re è nudo: siamo allo sviluppismo più becero e insensato, a una mentalità da anni Cinquanta che guarda al passato, non al futuro. Stavolta insomma non ci sono alibi di nessun tipo". 

"Per esser forti non basta però avere ragione - prosegue la nota -  Non basta essere per una piana che dica no alla moltiplicazione delle nocività e che anzi chieda a gran voce di ridurle. Per questo pensiamo, proprio perché è ampio il fronte dei favorevoli, che sia necessario un forte impegno di tutte e tutti coloro che vogliono provare a non dare per scontato di essere sudditi di una certa politica “venduta” al miglior offerente, ma che la democrazia e la volontà popolare valga ancora qualcosa". 

"Per questo parteciperemo alla manifestazione nella piana fiorentina che si svolgerà il prossimo 30 marzo e lavoreremo affinché la partecipazione sia ampia e qualificata - si legge ancora nel comunicato - Per tracciare un futuro diverso che, partendo dalla contrarietà a quest’opera inutile costosissima e sbagliata, mandi al “palazzo” un segnale forte secondo il quale non solo è possibile ma che è doveroso un progresso diverso. Piuttosto che uno sviluppo autistico per pochi a danno di tutti. Per questo, in vista dell’appuntamento citato, abbiamo inviato oggi un segnale importante plurale e unitario su un punto dirimente come questo".

Nel dettaglio, i firmatari della nota sono Rete delle Città in Comune – Toscana; Rifondazione Comunista - Toscana; Sinistra Italiana - Toscana; Possibile – Toscana; Associazione “Per Sesto”; Sinistra Italiana Sesto Fiorentino; Sinistra Italiana Firenze (provinciale e comunale); Rifondazione Comunista provinciale Firenze; Rifondazione Comunista provinciale Prato; Sinistra Italiana - Prato; Rifondazione Comunista Pisa; Rifondazione Comunista Campi Bisenzio; Potere al Popolo – Campi Bisenzio; Una Città in Comune - Pisa; Gruppo Consiliare “Una città in comune- Rifondazione Comunista - Pisa Possibile” Comune di Pisa; “Diritti in Comune – PRC – Possibile” Pisa; Gruppo consiliare “Firenze Riparte a Sinistra” Comune di Firenze; Possibile – Toscana; Possibile Firenze; Possibile Prato; Possibile Pisa.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Non sono scampati ai posti di blocco. I carabinieri si sono appostati in punti strategici per controllare il tasso alcolico sulle strade della movida
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità