Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:32 METEO:FIRENZE19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie: terremoto di magnitudo 4,5 provoca nuovo fiume di lava, altri 300 evacuati

Attualità venerdì 04 settembre 2020 ore 15:00

Lavorare nella moda? Siate intraprendenti

Marta Ungheria

Marta Ungheria, ex studentessa dell' Istituto Modartech, racconta il suo percorso, dalle aule di Pontedera fino all’ufficio ricerca e sviluppo di YSL



FIGLINE INCISA VALDARNO — Quella di Marta è la storia di una 25enne originaria di un piccolo paese vicino a Figline Valdarno e che oggi si sente a casa nella maison di Yves Saint Laurent. Una storia che inizia con il diploma nella moda alla Scuola di Alta formazione Modartech con base a Pontedera, nel cuore del Centro Diffuso di Formazione per le Discipline Creative.

La moda è un settore che ha saputo reagire alla crisi derivante dal Covid-19, un fiore all’occhiello del Made in Italy con una industria in costante evoluzione, pronta a raccogliere subito la sfida del mondo post-Covid rendendo ancora appetibile, nonostante un clima perdurante di incertezza, il mercato del lavoro nella fashion industry.

Sono infatti molto ricercate figure professionali centrali nella industria della moda come  quella di sovrintende all’intero ciclo di produzione di outfit e collezioni moda. In poche parole: chi lavora allo sviluppo del prodotto moda. E’ un ruolo di grande responsabilità, in quanto si tratta di garantire il rispetto dei criteri legati allo stile e quelli relativi alla correttezza tecnica del prodotto, interfacciandosi sia con l’ufficio stile centrale della maison che con i fornitori. In pratica una funzione fondamentale di cerniera tra la creazione e la realizzazione di un capo. 

Per ricoprire questo ruolo è necessario avere forti competenze tecniche e una solida conoscenza del prodotto moda e Marta Ungheria ci è riuscita grazie ad un percorso formativo completo e aperto che le ha rilasciato un titolo accademico equivalente alla Laurea Breve. 

Quando è nata la tua passione per la moda?

"L’ho ereditata da mia nonna, una sarta di paese. Durante l’ultimo anno delle superiori le facevo da apprendista. In quello stesso periodo sono venuta a conoscenza di Istituto Modartech e ho colto subito l’opportunità di partecipare al bando delle borse di studio. Ho capito che la moda sarebbe stato il mio mondo quindi mi sono subito messa in moto, iscrivendomi al Corso Triennale Post Diploma in Fashion Design, riuscendo a lavorare mentre studiavo per tutto il triennio. Una volta terminato il corso ho svolto una serie di stage professionali, che mi hanno portato al mio mondo attuale. Adesso ho un contratto a tempo indeterminato presso Saint Laurent e mi occupo di back office nell’ufficio Research & Developement materia prima Pelle"

Il tuo percorso formativo è stato utile?

"Modartech per me è stato un trampolino di lancio. Grazie al percorso formativo svolto presso l’Istituto ho aperto la mia mente a nuove esperienze, emozioni e stimoli. Durante il triennio i docenti hanno spaziato tra le principali materie legate alla moda e questo mi ha permesso di capire quali potevano essere i miei interessi e le mie future ambizioni. Quando si è studentesse non si ha perfettamente chiaro quante siano le professioni nel mondo della moda. Modartech mi ha trasmesso le competenze necessarie per entrare a pieno titolo nel mondo della moda, che oggi è il mio mondo. Inoltre mi ha permesso fin da subito di entrare a contatto con il mondo del lavoro, attraverso uno stage per il brand Conte of Florence."

Come sei approdata a Yves Saint Laurent?

"Dopo l’esperienza a Conte of Florence, ho iniziato a cercare qualcosa che rispecchiasse le mie attitudini. Mi sono resa conto che le mie competenze e interessi potevano trovare spazio nell’ufficio ricerca e nell’ufficio prodotto. Ho iniziato la mia esperienza in Saint Laurent proprio come stagista nell’ufficio prodotto. Sono sempre stata una risorsa dinamica, occupandomi dell’archivio fotografico delle borse delle campionature e seguendo tutta la parte di abbinamento colori. Sono stati 6 mesi meravigliosi. Poco dopo lo stage, sono stata assunta nell’ufficio ricerca e sviluppo proprio dove mi trovo ora. Mi sento come a casa all’interno dell’azienda, e posso dire che è un’esperienza unica."

Che cosa suggeriresti ai giovani talenti che vogliono intraprendere una professione nel mondo della moda?

"Prima di tutto di impegnarsi con tutte le forze e di prendere ogni cosa che viene come una nuova opportunità di crescita. Ognuno di noi ha l’opportunità di dimostrare quello che vale prima o poi, quindi l’impegno e la voglia di fare sono alla base di tutto. Siate intraprendenti, abbiate voglia di fare e di divertirvi anche a lavoro. Cercate il vostro mondo e avrete trovato casa."

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sinistro si è verificato a metà pomeriggio a ridosso di piazza Beccaria, provocando code anche a causa del restringimento di carreggiata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Attualità

Attualità