Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:15 METEO:FIRENZE23°37°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Sport sabato 22 giugno 2024 ore 10:45

Domani in toscana si assegna il tricolore di ciclismo

Al vincitore della quarta edizione della corsa “Per Sempre Alfredo” a Sesto Fiorentino andrà la maglia di Campione italiano di ciclismo professionisti



SESTO FIORENTINO — Il 12 settembre del 1885 il signor Giuseppe Loretz fu il primo a vincere il Campionato Italiano di ciclismo su strada, una gara di resistenza di 160 chilometri, percorrendo il percorso Milano-Cremona-Milano alla media oraria di quasi 19 chilometri, precedendo Adolfo Mazza e Cesare Larroque.

Da quel giorno si sono disputate 122 edizioni della corsa tricolore fino a quella del 2023 ospitata a Comano Terme, che vide prevalere Simone Velasco, bolognese di nascita ma elbano a tutti gli effetti.

È stato un onore ed una emozione vestire questa maglia” racconta Velasco dal sito della Lega dei Ciclisti Professionisti “che mi ha permesso di essere riconosciuto, regalandomi quello spunto in più per spingere maggiormente sui pedali”.

Domani scopriremo chi sarà il successore di Simone Velasco ed a deciderlo sarà la “Per Sempre Alfredo”, la gara con arrivo a Sesto Fiorentino dedicata al compianto Alfredo Martini, commissario tecnico della Nazionale dal 1975 al 1997, periodo in cui ottenne sei allori iridati, oltre a sette argenti e sette bronzi.

La partenza è fissata a Firenze e poi via, tutti chini sul manubrio a pedalare e sudare per 228 chilometri, su e giù tra Valdisieve e Mugello scalando prima due modesti Gran Premi della Montagna prima di dirigersi verso la salita di Croci di Calenzano, stavolta certamente impegnativa con i suoi 2300 metri di lunghezza e pendenze che toccano anche l’8%.

La discesa che segue porterà i corridori a Calenzano da dove entreranno nella parte centrale di un circuito caratterizzato dalla salita di via di Baroncoli, al cospetto della torre del Quattrocento che la sovrasta.

La salita in questione non è particolarmente dura ma dopo essere entrati nel circuito finale i corridori dovranno affrontarla altre quattro volte.

L’ultima volta la strada scollina a nemmeno nove chilometri dal traguardo e da lì sono attesi gli attacchi che potrebbero decidere chi sarà il nuovo Campione d’Italia sul traguardo di Sesto Fiorentino per indossare così la Maglia Tricolore.

Il record delle maglie tricolori è detenuto da Costante Girardengo, chiamato anche “L’omino di Novi”, che l’ha portata ininterrottamente per ben nove volte tra il 1913 ed il 1925.

I corridori iscritti alla gara di domani sono 153 in rappresentanza di 45 squadre.

Sarà presente il CT Daniele Bennati, attento a ponderare lo stato di forma di tutti in vista delle Olimpiadi di Parigi.

Tra gli assenti il corridore toscano di Borgo San Lorenzo Alessandro Iacchi, che deve rinunciare all’ultimo momento per colpa di un incidente in allenamento con un furgone che gli ha causato la frattura della rotula.

Chi desidera veder pedalare i corridori da casa potrà sedersi davanti alla TV sintonizzando uno dei seguenti canali: Rai2 16:00 – 18:00 / Eurosport, Discovery 15:45-17:45 / Eurosport 1 16:45-17:30

Marco Burchi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio nella zona di Monte Morello. Attivata per la prima volta la vasca anti incendi boschivi installata alla Fonte dei Seppi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca