Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:FIRENZE25°40°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Cronaca giovedì 07 giugno 2018 ore 17:30

Prestiti a tassi esorbitanti, restituzione subito

Condannato per usura un uomo che prestava denaro a titolari di bar e tabaccherie fiorentine pretendendo interessi mensili del 30-40 per cento



FIRENZE — E' stato condannato a tre anni e 10 mesi di reclusione un uomo di 48 anni, F.C. le sue iniziali, originario della Calabria, alla sbarra per aver praticato l'usura ai danni dei titolari di bar e tabaccherie di Firenze. L'uomo ha patteggiato la pena e dovrà pagare decimila euro di multa. Altri 19.500 euro gli sono stati invece confiscati.

Stando alla ricostruzione dell'accusa, il calabrese prestava denaro a tassi elevatissimi, il 30 per cento al mese se la restituzione avveniva dopo trenta giorni, il quaranta se invece il prestito era per due mesi.

Tempi talmente ridotti che spesso non consentivano alle vittime di rispettare le scadenze. In questo caso potevano scattare altre forme di pagamento, come nel caso di una persona costretta a cedere gratuitamente all'usuraio un appartamento di sua proprietà. 

I fatti risalgono agli compresi fra il 2014 e il 2017.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo, 31 anni, è stato soccorso dal personale sanitario del 118 e trasportato in codice rosso all'ospedale fiorentino di Careggi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità