Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:30 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 02 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni incontra Biden alla Casa Bianca: «Costruire insieme la pace per l’Ucraina»

Lavoro venerdì 20 ottobre 2023 ore 16:00

Ex Gkn, licenziamento collettivo per 185 operai

striscione gkn

Qf ha fatto partire le lettere che aprono la procedura d'interruzione del rapporto di lavoro. Tavolo tecnico al ministero sul progetto degli operai



CAMPI BISENZIO — Tornano a raggiungere gli operai della ex Gkn le lettere di licenziamento. Qf ieri ha avviato la procedura di licenziamento collettivo per i 185 operai rimasti legati allo stabilimento di Campi Bisenzio che per la seconda volta si trovano a vivere la stessa situazione.

Ma adesso lo scenario è differente: c'è il progetto di reindustrializzazione realizzato proprio dai lavoratori in campo. Proprio quel progetto industriale sarà oggetto di verifica da parte del tavolo tecnico che, all'indomani dell'arrivo delle lettere d'interruzione del rapporto di lavoro, il Ministero per l'industria e il made in Italy ha convocato per il 25 Ottobre prossimo.

"Siamo pronti a presentare il nostro progetto, ma questo non potrà mai realizzarsi senza la volontà delle istituzioni a un rilancio industriale del sito, con il ritiro dei licenziamenti, la disponibilità ad investire risorse in un consorzio industriale e ammortizzatori sociali che diano il tempo di portare in fondo questo progetto. Tutto questo può deciderlo solo un tavolo di crisi, per questo la convocazione del 25 è un paradosso", affermano il collettivo di fabbrica e, in una nota congiunta, Fiom Cgil e Rsu Fiom ex Gkn.

Il progetto industriale dal basso va avanti così come la campagna di azionariato popolare per la cooperativa Gff, che ha superato quota 100mila euro: "Ogni verifica del progetto industriale deve tener conto del fatto che questo sta dentro la vertenza. L’intervento pubblico chiuderebbe questa partita in cinque minuti. Il governo dimostri che non vuole una speculazione immobiliare su quest'area", è il parere dei lavoratori e dei rappresentanti sindacali che chiedono alle istutizioni di "rilevare lo stabilimento, con un consorzio industriale a partecipazione pubblica, e concederlo, in affitto o in rent-to buy, alla cooperativa dei lavoratori dentro un condominio industriale complessivo per le aziende che lo vorranno abitare".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo ha addirittura indossato gli abiti firmati dell'inquilino, ignaro perché fuori città. L'allarme dato dai vicini, la polizia l'ha arrestato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità