QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 14°21° 
Domani 12°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 14 ottobre 2019

Attualità mercoledì 03 settembre 2014 ore 11:26

Biagiotti-Giurlani, sfida a due per l'Anci

Il sindaco di Sesto Fiorentino (renziana) e quello di Pescia (cuperliano) in corsa per la presidenza di Anci Toscana. L'assemblea il 10 settembre



TOSCANA — La XIV assemblea congressuale di Anci Toscana si svolgerà nel salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze. I sindaci dei 280 municipi della regione saranno chiamati ad eleggere il successore di Alessandro Cosimi, ex primo cittadino di Livorno, rimasto per 5 anni alla presidenza di Anci Toscana. Ogni sindaco potrà esprimere un voto al di là del numero di abitanti del proprio Comune.

Dettagli non di poco conto visto che i candidati sono due: quello ufficiale del Partito democratico è Sara Biagiotti, prima cittadina di Sesto Fiorentino, protagonista insieme a Maria Elena Boschi e a Simona Bonafè della campagna in camper di Matteo Renzi per le primarie contro Bersani del 2012. Assessore alle attività produttive del Comune di Firenze nella giunta Renzi, Biagiotti è stata eletta sindaco di Sesto Fiorentino alle ultime amministrative. E' l'unica, del 'terzetto del camper', a non aver ancora ottenuto un ruolo sul panorama politico nazionale al contrario della Boschi, oggi ministro alle riforme, e della Bonafè, europarlamentare. La sua candidatura alla presidenza di Anci Toscana si è materializzata al termine di una riunione che si è svolta ieri a Roma e a cui ha partecipato anche il sindaco di Firenze Dario Nardella. Inizialmente l'ala renziana del Pd toscano aveva puntato sul sindaco di Prato ex parlamentare Matteo Biffoni per la presidenza di Anci. Ma Biffoni ha declinato l'invito e comunque sembra che, per lui, il Pd abbia in serbo un ruolo di punta nella segreteria nazionale. Di qui la scelta di puntare sulla Biagiotti.

Tutt'altra storia per Oreste Giurlani, che ha invece costruito la sua carriera politica come sindaco di Fabbriche di Vallico, in Garfagnana, e poi come presidente dell'Uncem Toscana, l'Unione dei Comuni Montani. Concluso il mandato da sindaco per la fusione di Fabbriche con il vicino Comune di Vergemoli, alle ultime amministrative ha vinto le primarie di coalizione per il candidato a sindaco del centrosinistra a Pescia e poi ha strappato il Comune al centro destra diventando sindaco.  Giurlani gode di ampio consenso nei comuni più piccoli, che in Toscana sono 127 (il 45,3% del totale).

''Sono stati molti colleghi sindaci a chiedermi di candidarmi per la presidenza dell'Anci - ha raccontato Giurlani -  La mia è una candidatura dal basso che nasce dai risultati che ho prodotto in questi anni alla guida di Uncem''. Nessuna sfida al partito pero'. ''Se il candidato del Pd fosse stato Biffoni non avrei mai pensato di propormi in alternativa - ha detto Giurlani - Con Biagiotti la situazione cambia e credo che sia opportuno aprire questo nuovo confronto. Ma restiamo entrambi due esponenti del Pd''. 

Guarda qui sotto la dichiarazione in video del sindaco Giurlani

Oreste Giurlani su candidatura alla presidenza dell'Anci


Tag

Di Maio: «No a qualsiasi forma di patrimoniale»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca