Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:45 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 22 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mustafa è in Italia, il bambino simbolo della guerra in Siria arrivato a Roma

Attualità lunedì 06 dicembre 2021 ore 11:15

Tango e disabilità, un progetto in cerca di fondi

Un progetto che mette insieme il tango e la sindrome di down per una terapia innovativa per abbattere pregiudizi. C'è un crowdfunding



FIRENZE — Da un’idea del maestro di tango argentino Giovanni Eredia e della psicologa psicoterapeuta Eleonora Paparo, nasce un progetto che parla di inclusività e una campagna di crowdfunding per far conoscere, insegnare e praticare il Tango argentino a giovani e adulti affetti dalla sindrome di down.

Un progetto di Pablo Tango Firenze Asd, scuola di tango argentino fiorentina, in collaborazione con Madame Pivot e "Renny Club Firenze", patrocinato dal Comune di Firenze e sostenuto da Fondazione CR Firenze.

La campagna di raccolta fondi si svolge sulla piattaforma ‘eppela’, l'iniziativa si svolge all'interno di "Social Crowdfunders" iniziativa promossa da Fondazione CR Firenze all'interno del progetto "Siamo Solidali" con l'intento di promuove attraverso lezioni gratuite l'inclusione sociale tra appassionati del Tango argentino e giovani adulti affetti da sindrome di Down. Il progetto prevede corsi e lezioni gratuite: lezioni di gruppo, la pratica con tutti gli allievi della scuola Pablo e il gruppo social Tango guidato da Eleonora Paparo dove ci si confronta sulle emozioni che ci coinvolgono con il Tango e infine andare in Milonga.

Il tango, come mezzo per abbattere pregiudizi e un obiettivo di 7300 euro da raggiungere. Il 22 novembre è stata lanciata la campagna sulla piattaforma Eppela e ad oggi raccolti oltre 2000 euro. Al raggiungimento dei 7300 la somma sarà raddoppiata dalla Fondazione CR Firenze. Per donare c’è tempo fino al 15 gennaio.Inoltre, tutti coloro che doneranno più di 10 euro riceveranno un attestato di ringraziamento, e con donazioni maggiori ci saranno speciali ricompense offerte dall'Associazione Pablo Tango Firenze, come video lezioni, lezione di gruppo, borsa di tela o borraccia in alluminio, oltre a lezioni individuali, cena argentina per due persone e serata di gala. In caso di mancato successo della campagna la tua offerta verrà ri-accreditata sulla carta da te utilizzata o sul tuo conto entro 5-10 giorni lavorativi dalla scadenza della campagna.

Dal 2015, il progetto Pablo Tango T21, unisce persone appassionate di tango argentino e giovani adulti con sindrome di down con poche e semplici regole: a lezione si impara e ci si diverte, si studia rispettando i tempi di ciascuno, nessun confronto, nessun giudizio, pratichiamo il tango per poter ballare con tutti.

 “I risultati del progetto sono ben visibili a tutti coloro che frequentano le milonghe” spiega il Maestro Giovanni Eredia. 

“Si tratta di un vero e proprio capovolgimento dei pregiudizi di fronte ad un mondo sconosciuto, in questo caso la sindrome di Down. Gli appassionati del tango hanno infatti avuto l'opportunità di misurarsi con la forza di volontà e la costanza dei ragazzi, i quali hanno migliorato il proprio equilibrio, la coordinazione negli spazi e soprattutto hanno mostrato miglioramenti nel relazionarsi. In questi 6 anni, la famiglia tanghera della Pablo è cresciuta e all'esperienza fiorentina si è affiancata la scuola Sguardi Oltre ilTango di Bologna, gestita dalle maestre Cesira Miceli e Anna Miceli. Da cosa nasce questa campagna di raccolta fondi? La pandemia ci ha fermato per quasi 2 anni ma vogliamo ripartire più forti che mai, ripartire più forti e più grandi di come la pandemia ci ha fermato riaprendo nuovi corsi coprendo i costi fissi del progetto (sala da ballo, Siae, spese amministrative, segreteria, marketing e comunicazione etc.) e aiutare nuove realtà per replicare il progetto con i valori che lo contraddistinguono, affinché la diversità non sia così diversa da ciò che noi chiamiamo normalità”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da una trasformazione edilizia parte la riqualificazione di uno degli angoli più frequentati dai giovani fiorentini e tifosi viola degli anni '80
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità