comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:01 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 03 dicembre 2020
corriere tv
Il Senato chiude l'audio a Casini mentre sta parlando e lui non la prende bene

Attualità martedì 14 marzo 2017 ore 17:15

Il grido dei lavoratori per salvare la Ginori

Appello su internet al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi per mettere al sicuro il futuro della manifattura e del museo di Doccia



SESTO FIORENTINO — L'appello è stato lanciato sulla piattaforma change.org dai lavoratori, dalle organizzazioni sindacali e dalle Rsu della Ginori. 

“Qualcuno prima di noi ha usato la locuzione 'I have a dream' - si legge nel testo - Anche noi, più modestamente abbiamo un piccolo sogno. Vorremmo vedere nei prossimi mesi la fabbrica Ginori su un terreno di sua proprietà intraprendere gli investimenti annunciati e, accanto, il Museo di Doccia riaperto che accoglie visitatori”.

Cittadini e associazioni hanno manifestato sin da subito il loro sostegno all’appello. In municipio è stato presentato alla presenza di tutte le forze politiche sestesi, del sindaco, Lorenzo Falchi, e dei rappresentati sindacali della Richard Ginori.

Nello stesso appello si ripercorrono poi le vicende, diverse, ma tra loro intrecciate, del Mmseo e dei terreni, evidenziando come la permanenza della fabbrica a Sesto Fiorentino e la riapertura del museo costituirebbero lo scenario migliore per tutti gli attori coinvolti: “azienda, creditori, lavoratori, realtà del territorio attive per la rinascita del museo, i cittadini sestesi - si legge nel testo - Chiediamo a tutti di contribuire a questo disegno organico per la propria parte. Questa è il nostro piccolo sogno, la nostra piccola, ma preziosa battaglia di civiltà. In guardia chi pensi di far valere logiche e interessi scritti sulla carta e non sui valori reali delle cose”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità