comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 21°32° 
Domani 25°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 05 luglio 2020
corriere tv
Funerali Elena e Diego, la mamma: «Andrà tutto bene nonostante il male che vi è stato inferto»

Attualità giovedì 16 luglio 2015 ore 17:10

Scuola-lavoro: arriva il “sistema duale”

Grazie a un accordo fra Città metropolitana e Confindustria, entro 3 mesi sarà operativo un patto formativo con 14 scuole e 14 aziende in rete



FIRENZE — C’è un settore nel quale la Germania ottiene solo lodi e la questione Grecia resta su uno sfondo irrilevante ed è il sistema di formazione duale, cioè la possibilità che hanno i ragazzi tedeschi di studiare e contemporaneamente fare le loro prime esperienze di processi produttivi lavorando in azienda. Su questo modello, che ha ispirato la legislazione italiana sull’alternanza scuola – lavoro, il sistema fiorentino imprese-istituzioni ha deciso di puntare tutto il suo ritrovato spirito di collaborazione.

Entro i prossimi tre mesi sarà operativo un patto formativo che vedrà in rete 14 scuole superiori della Città metropolitana e 14 aziende del territorio e che permetterà a 100 studenti degli ultimi due anni di fare percorsi su luoghi di lavoro. Le aziende avranno il vantaggio di avviare precocemente la formazione dei futuri assunti, in cambio metteranno a disposizione le loro conoscenze e il personale per il tutoraggio.

Il patto è stato presentato dal sindaco Nardella con il presidente di Confindustria Firenze Massimo Messeri e il presidente della Camera di Commercio Leonardo Bassilichi.Presenti anche i rappresentanti dell'Ufficio scolastico regionale Roberto Bandinelli e Daniela Succi.

"l’idea è nata  all’interno del consiglio delle grandi aziende che ha creato un gruppo di lavoro operativo con il supporto della Camera di commercio e l’affiancamento delle aziende attraverso Confindustria - ha spiegato oggi il sindaco Dario Nardella - Questo gruppo coordinato da Fabrizio Landi,ha messo a fattor comune tutti gli attori della città e l’Ufficio scolastico regionale, superando la barriera che tiene distinti i due momenti della formazione”. "Le grandi aziende – ha saggiunto Nardella - hanno infatti proposto come primo tema non la burocrazia o la criminalità,ma la possibilità di trovare nel territorio ciò che a loro serve in termini di risorse professionali del territorio”.

La Toscana è la terza regione per numero di percorsi alternanza scuola lavoro. Dopo cinque anni di esperienze partite nel 2009 dall’accordo con il Consiglio regionale, c’è ormai un modello sperimentato di patto formativo che rende agevole la nuova richiesta: Ora l'ulteriore passaggio da una fase di collaborazione a una di integrazione.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca