Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:FIRENZE16°22°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La torcia olimpica brilla sul red carpet del Festival di Cannes

Attualità giovedì 10 settembre 2015 ore 13:34

Sindacati scuola "Nel 2010 il Comune ci sostenne"

Cgil, Cisl, Gilda e Snals replicano a Nardella: "Anche nel 2010 ci fu un'assemblea il primo giorno di scuola ma l'assessore Di Giorgi ci appoggiò"



FIRENZE — E' un'accusa di doppiopesismo quella lanciata dai sindacati della scuola, Cgil, Cisl , Gilda e Snals nei confronti dell'amministrazione comunale fiorentina e in particolare del sindaco

Dopo le parole dure pronunciate da Dario Nardella all'indirizzo dei sindacati, rei di aver convocato per lunedì prossimo, 15 settembre, primo giorno di scuola, un'assemblea con insegnanti e personale Ata che si terrà dalle 8 alle 12 all'Obi Hall contro la riforma dell'istruzione, ecco la controreplica.

"“Ricordiamo al sindaco - hanno scritto i sindacati in una nota - che nel 2010 abbiamo fatto un’identica iniziativa, sempre il primo giorno di scuola, a cui portò il suo sostegno l’allora assessore del Comune Rosa Maria Di Giorgi, oggi senatrice del PD, perché condivideva le nostre posizioni sulla riforma Gelmini, di cui la Buona Scuola a firma Giannini non intacca l’impianto ordinamentale ma solo quello organizzativo, ridefinendo la scuola statale al di fuori dei confini della nostra Costituzione. Di Giorgi quel giorno ci disse: 'La vostra lotta è la nostra lotta'. E in quel giorno, da Palazzo Vecchio nessuno si è sognato di contestare lo strumento legittimo dell'assemblea sindacale come avvio del primo giorno di scuola".

Non solo. Secondo i sindacati non è colpa loro se il primo giorno di scuola molti istituti rimarranno chiusi. "La Legge di stabilità 2015 - hanno sottolineato i promotori dell'assemblea che si terrà anche a Massa, Lucca e Livorno - non consente di sostituire i collaboratori scolastici per i primi sette giorni neanche nei plessi in cui vi è la presenza di una sola unità, con conseguenti problemi per la sicurezza e addirittura il funzionamento delle scuole stesse. Sin dal primo giorno di scuola”.

Da qui la richiesta a Nardella di presentarsi all'Obi Hall e affrontare un confronto nel merito della riforma. "Rinnoviamo ancora una volta al Sindaco l’invito a partecipare all'assemblea del 15, durante la quale non si discuterà solo di aumenti salariali, sebbene il nostro CCNL sia scaduto dal 2009 e del cui  blocco la Corte Costituzionale ha già sentenziato l’illegittimità, ma anche delle ricadute delle leggi varate dal governo Renzi sulla scuola. Lo faremo per arginarne i danni, soprattutto a beneficio dei nostri studenti”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono in arrivo in tutta la Toscana fenomeni anche di forte intensità. L'allerta meteo riguarda anche il rischio idrogeologico. Ecco i dettagli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità