Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:45 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 04 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il robot umanoide cinese (concorrente di Tesla) batte il record di velocità

Attualità sabato 24 aprile 2021 ore 17:53

Riaperture blindate con l'allarme movida

Alle prefetture è arrivata l'allerta del Viminale per organizzare servizi straordinari di controllo e scongiurare fenomeni di assembramento



ROMA — Una circolare del Viminale è arrivata sui tavoli dei prefetti di tutta Italia in vista delle riaperture, l'invito è ad organizzare controlli straordinari.

L'allentamento delle restrizioni a partire da lunedì "dovrà essere attentamente monitorato per evitare gli assembramenti" si legge nella circolare.

Nel mirino tornano dunque le attività di somministrazione di cibo e soprattutto bevande e le aree a maggiore rischio di assembramento. "Aree interessate da fenomeni di aggregazione soprattutto nei fine settimane e nelle giornate festive e prefestive" su queste zone si concentra la preoccupazione del ministero.

La palla passa nuovamente a prefetture e sindaci che con la Toscana in zona arancione hanno cercato di tenere a bada gli assembramenti a suon di ordinanze.

Nei mesi scorsi il capoluogo toscano ha individuato e racchiuso in un provvedimento straordinario con presidi interforze, le piazze più a rischio da Sant'Ambrogio a Santa Croce fino a Santo Spirito, l'ultima piazza che è entrata nell'elenco nonostante fosse stata la prima ad essere segnalata dai residenti che da anni lottano contro il fenomeno della movida.

Ma non c'è solo Firenze, sono tanti i comuni toscani che hanno emesso ordinanze mirate anti-assembramento quando le misure erano ancora altamente restrittive.

In Versilia a metà Marzo il sindaco di Camaiore, Alessandro Del Dotto, ha tenuto i cittadini lontani dai locali e fuori da parchi e giardini pubblici con l'intento di prevenire e ridurre il contagio da Covid-19.

Sempre a Marzo nel Comune di Fucecchio il primo cittadino Alessio Spinelli ha disposto la chiusura dei parchi, il divieto di consumare cibo su aree pubbliche e anche di stazionarvi senza motivo contro gli assembramenti.

A fine Marzo la sindaca di Ponsacco Francesca Brogi ha firmato una ordinanza per bloccare gli assembramenti sulla scia di quanto fatto anche in altri Comuni della Valdera. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno