Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:FIRENZE13°23°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lo «spoiler» di Emis Killa in un video sui social network: in arrivo un nuovo brano con Fedez

Sport sabato 03 febbraio 2024 ore 20:00

6 Nazioni, Italia vs Inghilterre 24 a 27

Partita combattuta ma occasione sprecata. L’Italia cede di tre punti ma conquista il punto di bonus difensivo



ROMA — “N’avem’avute de ggiornate tetre. Ma oggi se pò ddí una primavera. Varda che ssole va’, spacca le pietre.”

E’ una strofa compresa nel sonetto romanesco “Er Tempo Bbono” scritto da Giuseppe Giochino Belli.

Effettivamente ieri a Roma c’era tempo buono ed aria primavera, la stessa aria di primavera che soffiava nel gioco della Nazionale Italiana di rugby, impegnata allo Stadio Olimpico nel primo turno del Torneo 6 Nazioni nella partita contro i bianchi dell’ inghilterra, giunti terzi alla ultima World Cup.

L’Italia, infatti, pur cedendo alla fine il passo agli Inglesi per 24 a 27, nel primo tempo è riuscita a prendere in mano la partita, a chiudere gli inglesi “in sotto vuoto spinto”, grazie anche al contributo dei ragazzi toscani schierati dal capo allenatore Gonzalo Quesada nella formazione iniziale: Lorenzo e Niccolò Cannone, Lorenzo Pani, Gianmarco Lucchesi.

L’Italia ha chiuso il primo tempo in vantaggio per 17 a 14, segnando due mete con Alessandro Garbisi e Tommaso Allan, una più bella dell’altra.

Nella prima è stato protagonista il fiorentino Lorenzo Cannone, abile ad effettuare un difficile offload in caduta che ha messo le ali ad Alessandro Garbisi.

Per Lorenzo Cannone, autore di 12 placcaggi, una partita senz’altro sopra la sufficienza.

Un po’ in difficoltà si è invece trovato Gianmarco Lucchesi, il livornese con il numero 2 appiccicato sulla schiena, che pur segnando a tabellino 15 placcaggi non si è fatto trovare così pronto nei lanci in touche, uno degli evidenti punti deboli della prestazione di ieri della Nazionale.

L’altro Cannone, Niccolò, ha giocato una partita un po’ sottotono, restando però in campo tutti gli 80 minuti con una certa continuità di prestazione.

Anche da Lorenzo Pani potevamo aspettarci qualcosa di più.

Il ragazzo toscano ha subito l’avversario d’oltremanica nel gioco aereo e non ha avuto molte occasioni di calciare, una delle sue caratteristiche migliori.

Al minuto 29 del secondo tempo Lorenzo Pani è stato sostituito da Federico Mori, che ha dato fisicità alla squadra in uno dei momenti peggiori per l’Italia, pur non brillando particolarmente alla distanza.

Gli inglesi hanno condotto il secondo tempo ribaltando la partita, facendo valere la loro superiorità fisica ed una panchina senz’altro qualitativamente migliore di quella italiana.

I calci del britannico Ford hanno fatto il resto anche se l’Italia nel finale ha trovato il guizzo giusto con Monty Ioane, autore di una bella meta a tempo scaduto che ha regalato all’Italia il punto di bonus difensivo.

Quattro punti sono quindi andati all’Inghilterra ed uno all’Italia.

Nelle altre partire del 6 Nazioni la Scozia ha superato il Galles di misura vincendo a Cardiff 27 a 26 mentre venerdì sera l’Irlanda ha sopraffatto la Francia, andando a vincere al Velodrome di Marsiglia con il punteggio di 38 a 17.

Ed è proprio l’Irlanda ad attendere gli Azzurri il prossimo 10 febbraio in quel di Dublino.

L’esame è tosto ed il risultato sembra scontato, laddove molti tifosi irlandesi pensano già di avere in tasca il Trofeo di quest’anno.

Roma, Stadio Olimpico, 3 febbraio 2024
Guinness Men’s Six Nations– I Giornata

Italia v Inghilterra 24-27 (17-14)

Marcatori: p.t. 5’ cp. Allan (3-0); 12’ m. Garbisi A. tr. Allan (10-0); 16’ cp. Ford (10-3); 20’ m. Daly (10-8); 26’ m. Allan tr. Allan (17-8); 33’ cp. Ford (17-11); 37’ cp. Ford (17-14) s.t. 5’ m. Mitchell tr. Ford (17-21); 14’ Ford (17-24); 26’ cp. Ford (17-27); 45’m. Ioane tr. Garbisi P. (24-27)

Italia: Allan; Pani (29’ st. Mori), Brex, Menoncello, Ioane; Garbisi P., Garbisi A (13’ st. Varney).; Cannone L (6’ st. Zuliani)., Lamaro (Cap), Negri (26’ st. Izekor); Ruzza (34’ st. Zambonin), Cannone N., Ceccarelli (6’ st. Zilocchi), Lucchesi (13’ st. Nicotera), Fischetti (26’st. Spagnolo)
Capo Allenatore. Gonzalo Quesada


Inghilterra: Steward; Freeman (38’ st. Feyi-Waboso), Slade, Dingwall, Daly; Ford (26’st. Smith), Mitchell (20’ st. Care); Earl, Underhill (26’ st. Cunningham-South), Roots; Chessum (32’ st. Coles), Itoje; Stuart (16’ st. Cole), George (Cap, 34’ st. Dan), Marler (36’ st. Obano)
Capo Allenatore: Steve Borthwick

arbitro : Paul Williams (NZR) guardalinee: Nic Berry (RA); Nika Amashukeli (GRU)
TMO: Brett Cronan (RA)


Cartellini: 36’ st. Daly (Eng); 41’ st Lamaro (Ita)

Calciatori: Allan (3/4); Ford (6/7); Garbisi (1/1)

Player of the Match: Ethan Roots (Eng)

Note: 57000 spettatori

Marco Burchi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno