QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 16°21° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 15 ottobre 2019

Attualità giovedì 27 giugno 2019 ore 13:12

Ponte Morandi, la demolizione seguita da Firenze

Quattro apparecchi fiorentini monitoreranno le polveri sottili durante la demolizione e nei giorni successivi in cui proseguiranno i cantieri



FIRENZE — Le centraline di un progetto fiorentino monitoreranno le polveri sottili sprigionate dal crollo del ponte. Il 28 giugno a Genova è prevista la demolizione del Ponte Morandi, il viadotto che è collassato la scorsa estate provocando 43 morti ed oltre 500 sfollati. I cittadini di Genova hanno installato le centraline del progetto "Che Aria Tira?" per monitorare la demolizione del Ponte Morandi e conoscere in tempo reale la qualità dell'aria in tutto il quartiere. Il progetto è nato a Firenze da un'idea delle Mamme No Inceneritore grazie a un crowdfunding.

Sono le Mamme No Inceneritore di Firenze a comunicare l'attivazione di quattro centraline di monitoraggio della qualità dell'aria che potranno essere seguite a distanza sul portale ufficiale del progetto. Il 28 giugno sarà dato fuoco ad intervalli programmati e le cariche esplosive provocheranno il collasso delle due pile strallate. In quel momento un gruppo di cittadini in collaborazione con l'Ecoistituto di Reggio Emilia e Genova e il coordinamento di Rinascimento Genova, su balconi e terrazze di abitazioni vicino al ponte metteranno in funzione le centraline per il monitoraggio delle polveri fini e ultrafini, PM10 e PM2,5.

"L'inevitabile nuvola di polveri fini e ultrafini prodotta dalle esplosioni e dall'impatto al suolo delle macerie del ponte Morandi, si diffonderà per la vallata, seguendo la direzione del vento. Intorno al ponte, oltre alle sette centraline istituzionali che misureranno in continuo le polveri (PM10 e PM2,5 ) ci saranno quattro centraline low cost. Le centraline istituzionali comunicheranno dati medi orari, mentre quelle di "Che Aria Tira?" permetteranno di ricevere in continuo, ogni cinque minuti e sul proprio cellulare, i valori medi delle concentrazioni di PM10 e PM2,5 misurati presso ognuna delle quattro centraline. Quindi saranno rilevati, immediatamente, eventuali picchi di polveri dovuti all’implosione delle due pile del ponte" spiegano le Mamme No Inceneritore. 

"Che Aria Tira?" è una rete indipendente di centraline low-cost, diffusa a livello nazionale, per il monitoraggio della qualità dell’aria, un progetto di Cittadinanza Attiva e di Citizen Driven Science, promosso dal Comitato Mamme No Inceneritore Onlus e realizzato grazie alla fondamentale collaborazione di Ninux Firenze, Fablab Firenze ed Epidemiologia e Prevenzione. Le centraline installate e funzionanti ad oggi sono presenti in 46 comuni, 16 province e 7 regioni d'Italia, e le richieste di nuove centraline e nuovi nodi sono all'ordine del giorno.



Tag

Siria, Conte: «Italia capofila sullo stop alle armi», poi perde la pazienza con il cronista: «Mi faccia rispondere»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità