comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:29 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Morto Maradona, quando si raccontò a Kusturica: «La droga? Immaginati che giocatore sarei stato senza cocaina»

Attualità mercoledì 19 febbraio 2020 ore 23:39

Pole dance fiorentina show a Italia's Got Talent

compagnia colonna firenze
Foto di Chiara Postiglione

La coreografa Iliana Ciccarello racconta la performance che ha portato in finale le sei atlete della Pole and Postural Academy di Firenze



FIRENZE — Nella quinta puntata di Italia's Got Talent andata in onda su TV8 hanno lasciato tutti a bocca aperta e con la loro esibizione aerea di pole dance si sono aggiudicate direttamente la finale. Alessandra Boni, Aurora Tieri, Martina Storti, Emma Poli, Fiammetta Orsini e Francesca Prini: sono loro le pole dancers che hanno dato vita alla Compagnia Colonna di Firenze. L'appuntamento per la finale è il 6 marzo.

Accanto a loro l'insegnante e mentore Iliana Ciccarello, fondatrice della scuola di pole dance Pole and Postural Academy con sede a Firenze in via fra Giovanni Angelico 3r/a, che ha curato la coreografia: le ragazze si sono esibite in volteggi e acrobazie in contemporanea su un solo palo alto 6 metri sulla musica di Casta Diva di Bellini. I 4 giudici dello show Mara Maionchi, Frank Matano, Federica Pellegrini e Joe Bastianich hanno dato i loro 4 SI decretando il passaggio in finale.

L'insegnante e coreografa Iliana Ciccarello, che durante la sua carriera sportiva ha messo insieme un medagliere ricchissimo e che solo un anno fa ha vinto il Mondiale Pole Art Italy nella categoria master 40 racconta a QuinewsFirenze l'esibizione portata sul palco.

Iliana, tu hai già partecipato come finalista in un'altra edizione di Italia's Got Talent, come nasce l'idea di questa esibizione? 

“Quest'anno ho deciso di far partecipare le ragazze della mia scuola preparando per loro una coreografia ispirata all'arte scultorea di Camille Claudel, artista francese di fine 800, musa di Auguste Rodin. È la prima volta che 6 ragazze presentano uno spettacolo come questo utilizzando un unico palo di circa 6 metri, difficile da gestire per varie questioni tecniche. Dal punto di vista artistico invece ho voluto portare in scena la passione e l'intensità di un'emozione per mezzo della plasticità dei corpi e dimostrare così che la Pole Dance può essere sport ma anche una forma d'Arte a tutti gli effetti”.

Come si prepara una performance come questa?

“Con ore e ore di allenamento in palestra e facendo di sei allieve, tutte diverse tra loro, una squadra. Ho cercato di tirare fuori la caratteristica migliore di ciascuna, così che le loro singole qualità combinate insieme diventassero la vera forza del gruppo”.

Come spieghi un simile successo?

“Quando ho iniziato nel 2012 avevo un piccolo locale in centro a Firenze dove mi allenavo, oggi sempre a Firenze la nostra scuola conta due sedi di oltre 800 metri quadrati e ben 600 allievi. Poter sfidare la gravità: fu questo a colpirmi la prima volta che salii su un palo e credo sia lo stesso stupore che accomuna chiunque faccia anche solo una lezione di prova. Per chi poi decide di proseguire, la pole dance compie quasi sempre un piccolo miracolo: accresce l'autostima e spinge soprattutto le donne verso una piena accettazione del proprio corpo. E non è una frase fatta”.

La Pole Dance coniuga ginnastica e danza e come unico attrezzo ha il palo. Piace perché è uno sport completo che costringe a usare tutta la muscolatura, una disciplina che sta conquistando via via anche il grande pubblico degli amatori o dei semplici curiosi, tanto da essere stato inserito tra i migliori trend fitness del 2020.

E se a cimentarsi in volteggi al palo sono anche icone pop come Jennifer Lopez e Chiara Ferragni c'è da scommetterci che la pole dance sarà l'attività sportiva tra le più richieste dell'anno. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità