comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 23°37° 
Domani 21°36° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 09 agosto 2020
corriere tv
Migranti e rotta balcanica: ecco i confini sguarniti tra Italia e Slovenia dove ogni notte passano a piedi centinaia di invisibili

Attualità giovedì 12 marzo 2020 ore 22:27

L'aeroporto di Firenze chiude, Pisa resta aperto

L'emergenza coronavirus ha portato il Ministero dei trasporti a chiudere sei scali nazionali, fra i quali il Vespucci di Peretola



FIRENZE — La ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato il decreto con il quale dispone la chiusura a sei aeroporti nazionali: Milano Linate, Bergamo Orio al Serio, Verona, Firenze, Reggio Calabria e Brindisi. Il provvedimento, hanno spiegato dal Ministero, nasce dall'esigenza di "razionalizzare il servizio di trasporto aereo per contenere l’emergenza sanitaria da coronavirus. in considerazione della ridotta mobilità sul territorio nazionale". Le disposizioni del decreto sono in vigore fino al 25 marzo 2020.

Da parte sua l'Enac ha fatto sapere che per la giornata di domani, venerdì 13 marzo 2020, l’operatività di tutti gli aeroporti nazionali rimane invariata, anche a tutela dei passeggeri che hanno voli già prenotati e delle compagnie aeree che hanno programmato i propri operativi. Poi scatterano le chiusure.

Nel provvedimento si dispone che, per tutelare la salute dei passeggeri e dei lavoratori, sono assicurati nel settore del trasporto aereo esclusivamente tutti i servizi essenziali.

"In considerazione delle numerose richieste dei gestori aeroportuali - si legge nella nota del Ministero -, della collocazione geografica degli aeroporti in grado di servire bacini di utenza in modo uniforme sul territorio e della loro capacità infrastrutturale, nonché della necessità di garantire i collegamenti insulari, l’operatività dei servizi è limitata agli aeroporti di Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Palermo, Pantelleria, Pescara, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Venezia Tessera e Roma Ciampino, quest'ultimo per i soli voli di stato, trasporti organi, canadair e servizi emergenziali".

Gli operatori sanitari che prestano servizio presso gli scali aeroportuali chiusi "possono essere da supporto per le esigenze sanitarie di aeroporti o porti limitrofi".

E’ rimessa alla valutazione dell’Ente nazionale per l’aviazione civile la possibilità di consentire l’operatività degli altri aeroporti in considerazione delle seguenti esigenze: mantenimento dei requisiti di certificazione aeroportuale; previsione dell’accesso alle infrastrutture e del loro utilizzo per i dipendenti dell’Enac, di Enav S.p.A. e degli Enti di Stato basati in aeroporto; ripristino immediato della piena operatività dell’aeroporto, qualora ritenuto necessario; esigenze operative di voli cargo e posta, nonché di voli di Stato, di Enti di Stato, di emergenza sanitaria o di emergenza di altro tipo.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità