comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 15°22° 
Domani 13°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 27 maggio 2020
corriere tv
Open Arms, Salvini: 'Giustizia è fatta, ho bloccato uno sbarco e aiutato il mio Paese'

Sport domenica 26 aprile 2015 ore 20:38

Piove sul bagnato al Franchi. Addio Champions

Il nuovo Cagliari, targato Festa, stende i viola per 1 a 3 con doppietta di Cop e gol di Farias. Inutile il gol di Gilardino



FIRENZE — Al Franchi la stanca squadra viola ha lasciato per troppo tempo l'iniziativa ai rigenerati giocatori rossoblù, che hanno conquistato con merito i tre punti in palio.

Nel primo tempo il dato del possesso palla è emblematico: 50% a testa. Dato che dimostra come il Cagliari abbia tenuto in mano la partita nella prima frazione a discapito degli uomini di Montella. L’ingresso di Vargas è determinante, ma la vera reazione viola arriva solo dopo aver subito il gol dello 0-2. 

Montella inserisce Vargas per Diamanti ad inizio del secondo tempo e la mossa è giusta perché il cileno crossa magistralmente da sinistra: al 55’ ottimo traversone del neo entrato, Gilardino può colpire di testa indisturbato ma il tiro finisce tra le braccia di Brkic. Entra in campo anche Joaquin, ma al 59’ il Cagliari raddoppia: ottimo duetto tra Cop e Farias, il croato entra in area dalla destra e fulmina Neto dopo aver fatto sedere Savic. I sardi potrebbero triplicare al 65’ quando Pasqual salva sulla linea il tiro a colpo sicuro di Cop, ma la viola ci prova e al 74’ Gilardino, su potente tiro-cross di Vargas da sinistra, anticipa Ceppitelli e insacca. Entra in campo anche Gomez ma il Cagliari non si scompone e in pieno recupero firma il tris con una magia di Farias. 

Con questi tre punti i sardi tengono vive le speranze di salvezza. 

Una Fiorentina senza idee, una Fiorentina che non gioca da squadra ma si affida ad azioni solitarie. Una Fiorentina che becca tre gol e che giustamente alla fine si becca i fischi del pubblico. L’obiettivo Champions buttato via con le proprie mani e non per la forza delle altre squadre. Tre sconfitte consecutive in campionato bruciano e mettono a rischio anche un posto in Uefa. 

Una domenica da dimenticare in fretta per i viola, tra soli tre giorni, è in programma la trasferta a Torino per il derby contro la Juventus. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Lavoro