Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:20 METEO:FIRENZE19°35°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il caffè costa troppo e il cliente getta bicchiere in faccia alla cameriera. Che si vendica così

Attualità giovedì 22 ottobre 2015 ore 13:51

Palazzo Vecchio non premia i suoi dipendenti

I lavoratori del Comune sono in stato d'agitazione a causa della scelta dell'amministrazione di sospendere i premi produzione anche quest'anno



FIRENZE — L'ennesima rottura tra le Rsu del Comune e i vertici di Palazzo Vecchio si è consumata martedì scorso, quando i rappresentanti dei dipendenti comunali si sono incontrati con la commissione per discutere dei premi di produzione e dei progetti speciali. Incontro che si è concluso con un nulla di fatto, con l'amministrazione che ha ribadito l'impossibilità di concedere questi premi visto il parere contrario dei sindaci revisori.

"Anche per questa volta - ha spiegato Stefano Cecchi in un videomessaggio - il premio incentivante rimane sospeso e a questo punto c'è una chiara volontà a non pagarlo".

E' proprio la disparità di trattamento che lamentano le Rsu. "Non possiamo essere ostaggio dei sindaci revisori - ha proseguito Cecchi -. I soldi a chi vogliono li danno: la dirigenza ha riscosso il premio incentivante 2012, che noi non abbiamo preso, e riscuoterà quello del 2013. Per noi invece non c'e' mai niente".

Da qui la scelta di proclamare lo stato d'agitazione. "Ancora una volta - ha concluso Cecchi - dobbiamo dimostrare di saper difendere i nostri diritti, la nostra dignità e il nostro salario. Tocca solo a noi scendere in campo e dare risposte a un'amministrazione che se ne strafrega delle condizioni dei propri lavoratori".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno