Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE19°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 27 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cos'è la sindrome da long Covid e chi rischia di più?

Cronaca mercoledì 17 novembre 2021 ore 11:06

Movida violenta, Daspo Willy per un minorenne

carabinieri e ambulanza

Il ragazzino aveva preso a colpi di casco due turisti fiorentini in una notte d'Agosto. Per lui il primo provvedimento del genere emesso in provincia



FOLLONICA — Era il 5 Agosto, una notte di movida estiva come tante sfociata in un episodio di violenza come pochi. In piazza XXV Aprile a Follonica due turisti fiorentini erano stati vittime di una brutale aggressione a colpi di casco da parte di un gruppo di ragazzi tra i 15 e i 18 anni.

Ora per uno di loro, minorenne, il questore di Grosseto ha emesso un Daspo Willy. E' il primo provvedimento del genere adottato in provincia. Ora al ragazzino che ha partecipato all’aggressione sono vietati l'accesso e lo stazionamento nei pressi degli esercizi commerciali di Follonica dove si sono svolti i fatti per il periodo di un anno.

I due ragazzi aggrediti stavano banalmente chiacchierando tra di loro quando vennero avvicinati con una scusa dal gruppetto e aggrediti a colpi di casco sul viso. Avevano cercato riparo in alcuni esercizi pubblici della zona e qui, grazie anche all’aiuto di alcuni passanti che avevano assistito alla scena, erano stati salvati dagli aggressori che comunque continuavano a tentare di colpirli.

Accompagnati all'ospedale Misericordia di Grosseto, ai due turisti erano stati diagnosticati un trauma cranico-facciale da percosse con prescrizione di visita oculistica con prognosi di 7 giorni 7 e percosse con prescrizione di valutazione maxillofacciale e prognosi di 5 giorni. I carabinieri avevano fatto pervenire al questore la loro relazione sulla base della quale è stato emesso il provvedimento.

Ma cos'è il cosiddetto daspo Willy? Il divieto di accesso e avvicinamento ai locali, adottato per la prima volta nella provincia di Grosseto, è una misure di prevenzione di competenza del Questore, quale autorità provinciale di pubblica sicurezza. Rientra nella categoria del “divieto di accesso ad aree urbane” (denominato Dacur), la cui disciplina è stata modificata nel 2020 all’indomani dei tragici fatti che portarono alla morte del 22enne Willy Monteiro Duarte, vittima di un pestaggio mortale avvenuto a Colleferro, in provincia di Roma, nella notte tra il 6 e 7 Settembre 2020.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna è stata investita nei pressi di un attraversamento pedonale. Sul posto sono intervenuti i soccorsi del 118 e la polizia municipale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità