QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 16°19° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 20 ottobre 2019

Attualità lunedì 09 febbraio 2015 ore 16:23

Esaote, un tavolo a Roma con l'incubo Olanda

Il 25 febbraio si riaprirà la trattativa nazionale al Ministero dello Sviluppo economico. Ma i lavoratori fiorentini temono di perdere altre commesse



FIRENZE — Il futuro dei dipendenti dello stabilimento di Esaote si deciderà a livello nazionale. Sindacati, Regione e Comune di Firenze sono riusciti a rompere il fronte privilegiato che si era andato a creare nei giorni scorsi tra i vertici dell'azienda e Regione Liguria. Il 25 febbraio infatti tutti i soggetti interessati si incontreranno al Ministero per lo sviluppo economico a Roma, così come chiesto settimana scorsa dal sindaco Dario Nardella.

Il timore ora per i lavoratori fiorentini che questa mattina hanno organizzato un presidio sotto la sede dell'assessorato regionale al Lavoro a Firenze, è quello di perdere altre commesse. In particolare sembra che l'azienda sia intenzionata a trasferire la produzione delle sonde biomedicali da Firenze all'Olanda.

Soddisfatti per la convocazione del tavolo a Roma i sindacati, che sono riusciti a scongiurare il pericolo di trattative separate. "Tanto piu' - ha spiegato il segretario della Cisl di Firenze e Prato, Roberto Pistonina - che questa regione ha economicamente sostenuto Esaote sulla base di piani industriali che poi non sono stati resi operativi. Non possiamo permettere che soldi pubblici della Toscana finiscano ora col sostenere piani che vanno a danno proprio della Toscana e di Firenze, penalizzati da progetti che non tutelano l'occupazione".

Gianassi su vertenza Esaote - Video
Stefano Ficai - dichiarazione


Tag

Centrodestra, Maglie: «Che sia il crocifisso o i tortellini chiediamo rispetto per quello che noi siamo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca