QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 8° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 18 novembre 2019

Attualità lunedì 26 agosto 2019 ore 11:45

"I peggiori truffatori a Firenze", esplode il caso

Uno youtuber ha acceso la videocamera all'ombra del Duomo per riprendere quella definisce la "truffa dei poster", il video è diventato virale



FIRENZE — Un famoso youtuber venerdì scorso ha acceso la videocamera in via Calzaiuoli all'ombra del Duomo di Firenze e del Campanile di Giotto per riprendere e denunciare la cosiddetta "truffa dei poster". Così Harald Baldr racconta la sua esperienza "La truffa viene perpetrata ai danni di ignari turisti asiatici. Ecco come funziona: il turista cammina ammirando i monumenti e non presta attenzione alle stampe di quadri famosi sistemate in strada. Quando il turista calpesta i poster viene circondato da imbroglioni che tentano di estorcere dei soldi. Mentre assistevo a questa truffa per la quarta volta in pochi giorni, senza che nessuno intervenisse, ho deciso di intervenire". 

Lo youtuber parla con i venditori in strada e poi si rivolge alle forze dell'ordine presenti in piazza Duomo. Il video in poche ore diventa virale e viene condiviso in tutto il mondo. Centinaia di commenti sono stati indirizzati ai danni della città ed alle forze dell'ordine italiane accusate di non essere intervenute dopo la segnalazione di Baldr.

Francesco Torselli, coordinatore locale di Fratelli d'Italia ha commentato sui social "Ma quanti fascisti, razzisti, populisti e nazisti, ci sono in giro? Guardate questo: si finge un videomaker straniero per importunare due “poveri ragazzi” nordafricani, intenti “solo” a truffate qualche turista! Alla fine, un paio di schiaffoni, questo pericoloso disturbatore se li è pure meritati, diciamola tutta! Attendiamo fiduciosi la solidarietà del renziano pentito Nardella ai due poveri ragazzi che, per colpa del disturbatore, hanno perso mezz’ora di lavoro. Pardon... mezz’ora di truffe!".

La Lega Salvini Firenze ha diramato una nota: "È surreale che da Palazzo Vecchio ci si renda conto del degrado costante che Firenze subisce solo quando scoppia un caso mediatico. Forse la misura delle zone rosse a firma del Prefetto Laura Lega non era poi così negativa in vista della riqualificazione urbana. Presenteremo una interrogazione in merito ai recenti fatti, auspicando che Nardella valuti seriamente la reintroduzione del provvedimento di cui sopra, a fronte del nulla proposto dall'amministrazione. Dinanzi alle truffe perpetrate dagli ambulanti a danno dei turisti l'amministrazione non può rimanere inerte: l’immagine che Firenze ha nel mondo ne sta pagando le conseguenze, motivo per cui serve un’ulteriore cambio di passo. Riorganizzare il corpo dei vigili urbani, prevedendo il sequestro immediato della merce, senza dimenticarci della piena attuazione del Decreto Sicurezza, con l’introduzione del Taser. Avremo così un provvedimento attuabile, in rincorsa ovviamente. Insomma, per una volta guardiamo al bene dei fiorentini, non alla convenienza politica di un provvedimento".

Jacopo Cellai Capogruppo di Forza Italia ha commentato: "Lo abbiamo sempre sostenuto e lo ribadiamo oggi: serve maggiore coordinamento tra polizia municipale, polizia e carabinieri, serve che il nucleo antidegrado della Municipale sia impiegato dove serve con uomini e mezzi adeguati. Il sindaco si svegli dal suo torpore, non si lasci distrarre troppo dalle vicende della crisi di governo e, invece di mandare messaggi al segretario del PD Zingaretti, alzi il telefono e chiami il prefetto".

Florence's Worst Scammers Caught on Tape


Tag

Maltempo, il Sieve esonda a Pontassieve: strade allagate e auto sommerse

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità