Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:33 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 02 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
A Bakhmut, con i soldati ucraini sotto l'attacco dei miliziani russi della Wagner

Attualità lunedì 03 ottobre 2022 ore 13:12

Volontari fiorentini rientrano dalle Marche

Hanno lavorato giorno e notte nelle zone colpite dal disastro, da Senigallia aa Sassoferrato nella pulizia del fango da case, garage, cantine e strade



FIRENZE — Dalla Toscana hanno raggiunto le Marche per prestare soccorso alle migliaia di sfollati che in poche ore hanno perso tutto, i volontari del Gruppo Firenze del Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta, attivati dal Dipartimento Protezione Civile a poco più di due settimane hanno fatto ritorno a casa.

Attrezzati con mezzi fuoristrada, scavatrici, spazzatrici, pompe idrovore, pale e materiale tecnico, i volontari hanno lavorato giorno e notte ininterrottamente nelle zone maggiormente colpite dal disastro, da Senigallia alle zone di Barbara, Monterosso, Pianello d’Ostra e Sassoferrato nella pulizia del fango da case, garage, cantine e strade, nello sgombero di sedimenti, nel supporto logistico. Tra scantinati, appartamenti, seminterrati, strade e spazi allagati, con le mani nel fango e il cuore colmo di emozioni, i volontari CISOM, coordinati dal Capo Missione di Raggruppamento Toscana Mascia Luschi, hanno risposto con la prontezza e la generosità che da sempre lì contraddistingue, portando con sé il ricordo di un territorio affascinante, ferito al cuore da un evento tanto inatteso quanto violento.

Estremamente preziosa si è rivelata anche l’attività degli Psicologi dell’Emergenza del CISOM i quali hanno offerto un sostegno a chi a seguito dell’alluvione ha avuto un crollo psicologico.

“Mi dispiace molto lasciare queste persone, che nonostante il grande disagio subito, si sono sempre dimostrate molto cordiali e ospitali. C'è ancora molto da fare – racconta un volontario – Questa esperienza è stata molto positiva, e molto toccante. È in queste situazioni che cresce un volontario, sia dal punto di vista professionale, ma anche e soprattutto, da quello umano. Ringrazio di cuore anche tutti i volontari che mi hanno donato la loro vicinanza, la loro preparazione, e la loro grande collaborazione. Lascio qua a Senigallia un sincero grazie a tutti. È stata un'esperienza forte, soprattutto emotivamente che mi ha insegnato tante cose e che mi rimarrà nel cuore. Questo fango domani mi mancherà”.

Da oltre 50 anni il CISOM interviene in caso di pubbliche calamità sul territorio, svolgendo compiti di soccorso tecnico-logistico e assistenza, anche sanitaria, alla popolazione nell’ambito del Sistema Nazionale di Protezione Civile. I suoi volontari ricevono una specifica formazione e addestramento, prendendo parte a esercitazioni e corsi di aggiornamento organizzati costantemente per arrivare preparati ad affrontare le situazioni più difficili in assetto idrogeologico e non solo. Perché se una emergenza chiama, il CISOM risponde.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un nuovo colpo nel cuore della notte ai danni di una attività commerciale, stavolta a segnalarlo sono stati i Cittadini Attivi di San Jacopino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Don Andrea Pio Cristiani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità