QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 15° 
Domani 20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 23 ottobre 2018

Attualità giovedì 09 agosto 2018 ore 18:01

Una targa per gli antifascisti di Villa Triste

Scoperta la lapide apposta sull'edificio di via Bolognese che negli ultimi anni dell'occupazione nazifascista fu prigione e luogo di tortura



FIRENZE — Alla cerimonia, stamattina, erano presenti tra gli altri l'assessore alla toponomastica del Comune di Firenze Andrea Vannucci e il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani. L’iscrizione commemorativa è stata sistemata in modo da integrare la lapide che già era presente nell'area condominiale di via Bolognese e difficile da vedere. 

Nell'edificio, quando ormai l'occupazione nazifascista di Firenze era al termine, la Banda Carità si dette a torture e interrogatori spietati nei confronti degli antifascisti fiorentini. Da qui il nome di Villa Triste. Nella struttura, solo per fare qualche nome, furono torturati e uccisi personalità del rango di Bruno Fanciullacci, a cui infatti è intitolato lo slargo antistante. Anche Gino Bartali fu fermato nelle stanze del palazzo. 

L'apposizione della targa dunque, ha detto l'assessore Vannucci, è "un modo per rendere visibile a tutti e dare giusta rappresentazione alla memoria di un luogo nel quale furono torturati e persero la vita tanti antifascisti fiorentini. Una targa che ricorderà ogni giorno l’eroico sacrificio di alcuni per la libertà di tutti”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cultura