Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE18°28°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 27 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Germania, Scholz: «I tedeschi vogliono un cambiamento e me cancelliere»

Attualità sabato 25 agosto 2018 ore 12:10

Una sala per Masaccio, Masolini e Beato Angelico

"Madonna con Bambino e Sant'Anna"

Riunite agli Uffizi le opere degli artisti che raccontano gli albori del Rinascimento fiorentino. E Gentile da Fabriano trasloca in un'altra sala



FIRENZE — Continua a cambiare la disposizione delle opere nella Galleria degli Uffizi. Nella sala 7 del museo, che per decenni ha ospitato le opere di Gentile da Fabriano, sono stati sistemati i dipinti di Masaccio, Masolino e Beato Angelico. Sulla stessa parete sono stati dunque sistemati la ''Madonna dell'Umiltà'' di Masolino, la ''Madonna col Bambino e Sant'Anna'' di Masaccio e Masolino, e la ''Madonna di Pontassieve'' di Beato Angelico. Sempre nella stessa sala si trova la piccola ''Madonna del Solletico'' di Masaccio, anche nota come la Madonna Casini. 

La sala successiva, cioè la sala 8, è di conseguenza meno congestionata di opere e permette di fruire meglio dei dipinti di Filippo Lippi come la ''Predella Barbadori'' e la ''Lippina'', cioè la ''Madonna col bambino e angeli''. 

Al termine della mostra sull'arte islamica in corso nell'Aula Magliabechiana la tavola raffigurante l'Adorazione dei Magi di Gentile da Fabriano tornerà nella sua collocazione tradizionale nelle sale 5-6, accanto all'Incoronazione della Vergine di Lorenzo Monaco.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La polizia è sulle tracce di una donna sulla trentina che ha colpito per strada a ora di pranzo, in pieno giorno, avvicinando l'anziano con una scusa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità