Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:FIRENZE7°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 08 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Blanco distrugge i fiori di Sanremo e il pubblico fischia

Cronaca giovedì 01 dicembre 2022 ore 19:50

Spaccata in negozio con il tombino, due arresti

Due uomini di 31 e 41 anni sono stati arrestati per un furto con spaccata ai danni di una attività. Indagini in corso su altri episodi simili



FIRENZE — Sono stati arrestati per un furto con spaccata ai danni di una attività di parrucchiere, si tratta di due cittadini marocchini di 31 e 41 anni fermati dalla polizia all'Isolotto.

L'intervento è avvenuto da parte della squadra mobile in via de' Vanni dove uno dei due fermati avrebbe fatto da palo mentre l’altro in pochi attimi avrebbe forzato e alzato a metà la serranda di un negozio di parrucchieri e dopo aver preso in strada la copertura di un tombino, l’avrebbe usata come contro la vetrata. Non appena il 31enne magrebino è uscito in strada con sottobraccio la refurtiva infilata in un borsone, un computer da un migliaio di euro, si è ritrovato circondato dai poliziotti. Il complice 41enne, rimasto fuori avrebbe invece tentato di nascondersi sotto una macchina.

Gli inquirenti hanno avviato un approfondimento di indagini sui due fermati per verificare se abbiano responsabilità anche in altri episodi accaduti di recente a Firenze.

Una serie di furti messi a segno con la stessa modalità ha destato preoccupazione negli ultimi giorni in varie zone di Firenze tra piazza Batoni, Borgo Ognissanti e via Palazzuolo in centro storico e sempre nella notte appena trascorsa anche in via Galliano a San Jacopino.

A quanto si apprende dalla questura "Fin dalle primissime segnalazioni di quello che sembrava essere ormai diventato un fenomeno criminale diffuso recentemente nella citta gigliata, il questore della provincia di Firenze Maurizio Auriemma ha subito rinforzato i servizi di prevenzione e controllo del territorio soprattutto in orari serali e notturni".

La polizia ha così schierato insieme alle volanti anche auto e moto civetta con a bordo i cosiddetti Falchi della Squadra Mobile, gli specialisti del contrasto alla microcriminalità e al crimine diffuso. Gli investigatori di via Zara hanno raccolto per giorni tutta una serie di elementi emersi di volta in volta durante i vari episodi riscontrati nel capoluogo toscano, riuscendo in breve tempo a circoscrivere le zone nelle quali i malviventi avrebbero potuto colpire con maggiore probabilità. Per diverse notti i Falchi hanno effettuato una lunga serie di appostamenti, battendo le zone della città ritenute più a rischio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno