Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:41 METEO:FIRENZE18°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 18 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ct della Russia «sfida» Ronaldo: stappa la Coca Cola e la beve in conferenza stampa

Attualità venerdì 27 aprile 2018 ore 18:40

San Miniato, mille anni di bellezza e spiritualità

Iniziate in via ufficiale le manifestazioni per il millenario dell'abbazia che domina la città. La fondazione il 27 aprile del 1018



FIRENZE — La presenza di San Miniato si avverte anche quando ci si trova lontani perché la possente mole romanica della basilica non cessa mai di guardare, dal suo colle, la città. Uno sguardo severo, lo si potrebbe definire, dal quale nonostante tutto i fiorentini ricavano sicurezza e conforto. Per questo il millenario di San Miniato al Monte è così importante per la città. 

La data della sua fondazione risale al 27 aprile 1018, quando il vescovo fiorentino Ildebrando recuperò da una preesistente chiesa di epoca carolingia le reliquie del martire di origine armena San Miniato e le destinò all'altare di una nuova basilica. Ildebrando, poi, pose uno dei suoi preti a capo di un nuova comunità monastica.

Da allora la basilica ha attraversato dieci secoli di storia per arrivare fino a oggi, a questo 2018 che per un anno intero ne celebrerà la storia. Gli eventi sono già iniziati con l'inaugurazione delle tre porte lignee e del Ciborio della Basilica appena restaurati e con la presentazione del francobollo commemorativo da 95 centesimi che raffigura la facciata della chiesa. Le manifestazioni in programma comprendono anche composizioni musicali poetiche inedite ed eseguite per la prima volta in assoluto. In tutto una cinquantina di eventi da qui al 2019. 

"Firenze ha sempre concorso ad abbellire di arte e sapienza questo luogo - ha detto Don Bernardo Gianni, Priore dell'Abbazia di San Miniato - che si è offerto a generazioni di pellegrini e visitatori di ogni provenienza e convinzione quale spazio di pace, di speranza, di riflessione, dai grandi artisti del passato fino, in tempi recentissimi, a figure rappresentative quali il Dalai Lama, Paul Evdokimov, Marguerite Yourcenar, Kofi Annan, Thich Nhat Hanh e tanti altri". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il caso finisce in Consiglio comunale. "Troppi tavolini e pochi posti auto" hanno denunciato i consiglieri comunali Antonella Bundu e Dmitrij Palagi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità