Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie: terremoto di magnitudo 4,5 provoca nuovo fiume di lava, altri 300 evacuati

Attualità mercoledì 24 aprile 2019 ore 13:36

"Rischio paralisi per le Fondazioni liriche"

Lettera del presidente di Anfols Cristiano Chiarot ai ministri Di Maio e Bonisoli per chiedere un intervento sulla gestione dei rapporti di lavoro



FIRENZE — Il presidente di Anfols, l'Associazione Nazionale Fondazioni Lirico Sinfoniche, Cristiano Chiarot, che è anche sovrintendente del Maggio Musicale Fiorentino, ha scritto ai ministri dei Beni Culturali e del Lavoro Alberto Bonisoli e Luigi Di Maio per chiedere "un intervento legislativo finalizzato a far fronte all'incertezza ed alle notevoli difficoltà venutesi a creare nelle Fondazioni lirico sinfoniche in tema di gestione dei rapporti di lavoro a tempo determinato". Il tutto "per evitare la paralisi del settore". 

Quello che si chiede è una definizione tramite legge delle problematiche del settore "regolando le esigenze di flessibilità tipiche della produzione artistica nel rispetto dei principi di tutela espressi dalla Corte di giustizia europea con la sentenza C-331/18 del 25 ottobre 2018 e favorendo lo stabile inserimento del personale da tempo impiegato nelle Fondazioni lirico sinfoniche".

A sottoscrivere la lettera inviata ai ministri sono stati anche i segretari nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, e Fials Cisal.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sinistro si è verificato a metà pomeriggio a ridosso di piazza Beccaria, provocando code anche a causa del restringimento di carreggiata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Lavoro