Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«È la mia ragazza», il coming out di Lucilla Boari

Attualità giovedì 21 novembre 2019 ore 10:20

Residenti infuriati per colpa del semaforo

I cittadini osservano dalle finestre il serpentone di auto e mezzi pubblici che resta fermo in coda in attesa del verde che però, dura troppo poco



FIRENZE — "Via ponte all'Asse da urlo!" è il grido dei residenti di San Jacopino che si sono detti "inviperiti per le lunghe code che si creano per il semaforo con i tempi cortissimi".

Il Comitato di zona ha spiegato "E' stata cambiata la sincronizzazione del semaforo di ponte all'Asse all'incrocio con viale Redi, adesso nuovamente con il verde cortissimo. Passano con il verde, se svegli e veloci, quattro vetture, se deve passare il bus che sia il 23 o il 16 passano solo loro anche perché partono in salita. I residenti tengono le finestre chiuse per evitare il cattivo odore che si accumula ed il suonare dei clacson a tutte le ore. Sappiamo che anche il servizio pubblico ha richiesto di rivedere la temporizzazione di tale semaforo perché così non può andare, occorre allungare i tempi del verde". 

Il portavoce, Simone Gianfaldoni, rispondendo a chi, sui social, ha chiesto il perché della variazione "Abbiamo fatto una battaglia per far avere una temporizzazione decente per una via importante in uscita da piazza San Jacopino transitata anche da due linee Ataf che trovano grossi problemi in coda e adesso siamo punto e a capo, anzi forse peggio".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corpo ormai senza vita rinvenuto la notte scorsa nei pressi degli orti sociali è di un uomo che era privo di documenti. Indaga la polizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità