Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:59 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 27 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, il «quasi» conclave nel ristorante di Roma con Orlando, Provenzano, Ronzulli, Tajani e Cesa

Attualità martedì 02 giugno 2020 ore 11:01

Rabbia in centro per le piazze usate come latrine

I residenti del centro storico tornano alla carica denunciando l'uso delle piazze per i bisogni fisiologici con foto e video pubblicati sui social



FIRENZE — Strade e piazze trasformate in latrine per i bisogni fisiologici degli avventori, la tensione cresce tra le piazze del centro storico di Firenze nella seconda fase dell'emergenza Covid 19 che oltre alle criticità dovute agli assembramenti ripresenta il problema dei servizi igienici.

Con le prime uscite da casa e la riapertura delle attività di somministrazione sembra non esserci tregua per i residenti del centro che si sono ritrovati davanti a casa la solita estate "turbolenta". Dopo la guerra agli assembramenti adesso il dito è puntato sui bagni pubblici.

Altre immagini e video hanno invaso le bacheche dei gruppi cittadini per denunciare l'uso improprio delle cantonate diventate vespasiani.

Questa una delle ultime denunce lanciate sui social dagli abitanti di Santo Spirito "I bagni all’interno dei locali ed il bagno pubblico di Santo Spirito non sono accessibili per motivi sanitari, di conseguenza in via dei Coverelli e per tutto il perimetro circostante che coincide con il retro della chiesa si osservano a qualsiasi ora del giorno ma soprattutto della notte con maggiore intensificazione nell’orario che va dalle 23 fino alle 04 della mattina, centinaia di persone che orinano indisturbate sul muro e sulle porte delle abitazioni ed in via del Presto di San Martino. Gli avventori oltre a orinare, gridano, spaccano le bottiglie che vengono debitamente lasciate sul bordo del muro della chiesa, spesso vomitano...".

I residenti chiedono l'apertura dei bagni pubblici a servizio degli avventori dei locali e la sanificazione delle aree soggette ad essere utilizzate per i bisogni fisiologici come i perimetri delle chiese ed i vicoli adiacenti alle piazze più frequentate, le richieste fanno parte di una petizione lanciata dal Comitato Cittadini per Firenze ed indirizzata all'Amministrazione fiorentina. La raccolta delle firme è stata fatta in via delle Caldaie, via dei Preti e via Mazzetta.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Terminata la realizzazione delle travi di fondazione con i pali posizionati in verticale, a seguire la realizzazione dell’armatura per i pilastri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità