comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:20 METEO:FIRENZE-0°7°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 17 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'usura al tempo del Covid: così le mafie stanno soffocando l'economia | Roberto Saviano

Attualità venerdì 27 novembre 2020 ore 18:20

Noi "Esistiamo", commercianti in protesta

I negozianti dei centri commerciali naturali in protesta fino al 30 Novembre per chiedere risarcimenti per il calo delle vendite



FIRENZE — Cinque giorni di protesta nella settima del Black Friday per chiedere risarcimenti proporzionati alle perdite avute nell'emergenza coronavirus, a chiederli il gruppo Commercianti Uniti Firenze che riunisce alcuni centri commerciali naturali anche a livello nazionale. Sulle vetrine dei loro negozi hanno esposto così dei cartelli con scritto "Esistiamo" che rimarranno fino al 30 Novembre giorno in cui faranno anche un flash-mob davanti alla Camera di Commercio.

"Noi esistiamo. Non siamo fantasmi. Chiediamo risarcimenti, equi e proporzionati alle perdite. Perché senza di noi la nostra città diventerà buia e insicura", ha affermato Monica Coppoli presidente del centro commerciale naturale di Borgo La Croce e portavoce del gruppo Commercianti Uniti Firenze.

"In centro ci sono commercianti chiusi da marzo perché non ci sono turisti. Ci sono anche gli artigiani dimenticati dalle istituzioni e negozi rionali e di quartiere che si domandano perché certe categorie sono state costrette alla chiusura e altre no", afferma Coppoli.

"Chiediamo di poter parlare con le istituzioni per risolvere al più presto questa situazione. Tutti gli esercizi commerciali hanno perso un anno di lavoro tra chiusure e aperture a singhiozzo. Abbiamo rimanenze di magazzino, fornitori da pagare, dipendenti, affitti e poi le tasse. Noi vogliamo pagare tutto, fino all'ultimo centesimo, ma devono metterci in condizione di farlo. I risarcimenti devono essere equi e proporzionati alle nostre attività e alle nostre perdite".

Aderiscono alla protesta i centri commerciali naturali di Borgo La Croce, via Gioberti, via de' Neri, via Cavour, via dell’Oriuolo, Centostelle, Le Cure con via Boccaccio e via Firenzuola, via Guicciardini, piazza Pitti, piazza dei Rossi, piazza Santa Felicita, Ponte Vecchio, via Carlo del Prete, piazza Dalmazia, piazza Pier Vettori, le botteghe di Porta Romana, gli artigiani di Borgo Ss. Apostoli,via Giampaolo Orsini, via Datini, via Doni, San Jacopino.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità