Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:55 METEO:FIRENZE11°13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 12 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Come funziona il vaccino Johnson&Johnson in arrivo in Italia. A differenza degli altri è monodose

Attualità venerdì 26 febbraio 2021 ore 17:59

Nei quartieri via al piano da 1600 nuovi alberi

Frassini, bagolari, platani, ma anche lecci e ciliegi per arredare i quartieri con oltre 500 nuovi alberi e un nuovo bosco di 1100 alberi a Trespiano



FIRENZE — L’intervento di forestazione urbana prende il via oggi e interesserà tutti i quartieri cittadini con un investimento complessivo di oltre 800 mila euro, di cui 500mila euro per l’inverdimento dei quartieri e 300mila per il nuovo bosco nell’area di Trespiano finanziato in parte dalla Regione Toscana.

Frassini, bagolari, platani, ma anche lecci e ciliegi per rendere i quartieri sempre più verdi con oltre 500 nuovi alberi e un nuovo bosco di 1100 alberi a Trespiano, per un totale di 1600 nuove piante in città. 

Un pacchetto di interventi che prevede non solo la messa a dimora dei nuovi alberi, ma anche la rimozione di 457 ceppaie e la realizzazione, ovunque possibile, di impianti di irrigazione a servizio delle piante, anche per agevolare l’attecchimento nei primi anni di vita.

“Abbiamo l’ambizione di portare Firenze tra le prime città Green in Europa - ha detto il sindaco Dario Nardella -. Questo riguarda tanti aspetti a partire dal forte incremento del patrimonio verde cittadino e dalla realizzazione di nuovi polmoni verdi grandi e piccoli, per dare a tutti i cittadini la possibilità di vivere al meglio gli spazi urbani”. “Un nuovo intervento per incrementare il patrimonio arboreo cittadino e rendere Firenze sempre più verde - ha detto l’assessore Del Re -, arrivando a fine Aprile a mettere a dimora 4500 nuovi alberi dall’inizio del mandato”.

I cinque progetti da 100mila euro ciascuno prevedono l’estrazione di ceppaie e la loro sostituzione con nuove piante. In aggiunta a ciò è prevista la messa a dimora di nuovi alberi per migliorare dal punto di vista ambientale alcuni luoghi, come il parcheggio di via della Quiete, davanti al parco Don Forconi (Q5), e le aree verdi comunali in via Piemonte (Q5). Le specie arboree previste sono state selezionate nel rispetto del regolamento comunale del patrimonio arboreo della città, tenendo conto dei vincoli di natura storico-artistica o paesaggistica-ambientale e sono: gleditsie, olmi, frassini, bagolari, platani, pini, aceri, ippocastani, lecci, tigli, ligustri, querce, cipressi, ciliegi da fiore. Nel dettaglio, gli interventi riguardano, tra l’altro: Viale Galileo, viale Poggi, viale Machiavelli nel Quartiere 1; piscina Costoli, ovonda Gignoro, lungarno Aldo Moro, via De Andrè (alcuni tratti), cimitero di Trespiano, via Palazzeschi, zona Campo di Marte, viale Dalla Chiesa, via Mezzetta nel Quartiere 2; piazza Acciaiuoli, giardino Nazioni Unite, giardino via Unione sovietica, via Silvani, viale Croce nel Quartiere 3; via Chiusi, lungarno Santa Rosa, piazza Paolo Uccello nel Quartiere 4; via Chiuso dei pazzi, viale Guidoni, via lucania, via dei marignolli, via forlanini, via circondaria, via piemonte, parcheggio Via della Quiete (parco Don Forconi), viale dei cadorna nel Quartiere 5.

I lavori riguarderanno strade, piazze, parcheggi e prevederanno l’impianto di nuove alberature, arbusti e siepi, la realizzazione di nuove aiuole spartitraffico, la riqualificazione di aiuole e parcheggi esistenti, la sostituzione di alberature a fine ciclo di vita, la realizzazione di impianti di irrigazione a servizio delle alberature e degli arbusti, oltre alle opere edili connesse. L’accordo quadro avrà la durata di due anni.

L’intervento di rimboschimento dell’area di Trespiano prevede la messa a dimora di 1100 piante forestali di diversa specie, prevalentemente roverella e cipresso. Dopo i lavori di pulizia dell’area già in corso, si procederà alla piantagione dei giovani alberi, che saranno circondati da una protezione finché non avranno raggiunto dimensioni maggiori.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli autisti dei mezzi pubblici sono nuovamente sul piede di guerra davanti all'ipotesi di limitare il servizio per il perdurare della zona rossa
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità