Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:FIRENZE23°35°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roger Federer applaudito al concerto dei Coldplay, Chris Martin gli dedica dei versi
Roger Federer applaudito al concerto dei Coldplay, Chris Martin gli dedica dei versi

Attualità lunedì 05 dicembre 2022 ore 17:14

Multe seriali, ricorso dopo la vittoria di Aduc

Nuovo capitolo sulla saga delle multe con Italia Viva che bacchetta il Partito Democratico per la scelta di ricorrere contro il Giudice di Pace



FIRENZE — Palazzo Vecchio farà ricorso contro la sentenza del Giudice di Pace che si era espresso a favore di Aduc ritenendo le cosiddette "multe seriali" prive del requisito di deterrenza.

La decisione ha aperto un nuovo capitolo nella saga delle multe che si era aperta tra Italia Viva e Pd, con il partito dell'ex sindaco e senatore Matteo Renzi che accusava l'attuale sindaco Dario Nardella di fare cassa e non prevenzione.

A rincarare la dose è stata la vice presidente del Consiglio comunale Barbara Felleca, passata dal Pd a Italia Viva pochi giorni dopo la nomina “Una sentenza del Giudice di pace di Firenze, in riferimento alle multe seriali che seguono ai rilevamenti con autovelox, corsie preferenziali e ZTL, ha stabilito l’annullamento di tutti i verbali tranne il primo in ordine di tempo sul presupposto che le infrazioni vanno immediatamente contestate anche per dar modo al cittadino di rendersi conto immediatamente della propria violazione. Lo stesso assessore Giorgetti aveva dato notizia di un dimezzamento di alcune multe fatte con le apparecchiature Velocar posizionate in città sui Viale Etruria e Viale XI Agosto, segno evidente che c’era stata una ipersanzione nel periodo precedente ad Ottobre. Abbiamo chiesto quanti sono i ricorsi pendenti e l’assessore Giorgetti ci ha risposto che non sono ancora disponibili i dati. Abbiamo chiesto quanto costano i contenziosi al Comune e l’Assessore ha risposto che in relazione al contenzioso specifico non ci sono stati costi per l’amministrazione pur riconoscendo che la sentenza dispone la possibilità di annullare le multe successive alla prima. L’Amministrazione, ha spiegato l’assessore, ha preso atto delle motivazioni del giudice perché il principio di contestazione immediata non vale rispetto al controllo di velocità dell’autovelox, ed ha annunciato che intende ricorrere contro la sentenza. Rimaniamo in attesa di leggere i dati ed i numeri sulle multe di Novembre e sui contenziosi pendenti, comprendiamo che non sono dati immediatamente reperibili, però dispiace che non si voglia applicare il principio di tempestiva contestazione e che anzi il Comune intenda impugnare la sentenza che pone un principio condivisibile. Certo che nel momento in cui c’è la rilevazione elettronica, la sanzione consegue in automatico ma ritengo sia un principio ragionevole quello affermato dal Giudice di Pace: la sanzione deve essere immediatamente contestata al cittadino per dargli modo di correggere il comportamento e, difronte a cittadini sanzionati anche più volte per la medesima violazione in pochi giorni, spiace davvero ascoltare che si intenda ricorrere”. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nei due sinistri sono state coinvolte 4 auto e un mezzo pesante. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, il 118 e le forze dell'ordine
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità