comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 18° 
Domani 17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 04 aprile 2020
corriere tv
Ilaria Capua: «Il virus non andrà via con l'estate ma ne usciremo»

Attualità martedì 07 gennaio 2020 ore 18:50

Morte Scaramuzzi, funerali a Santissima Annunziata

L'ex rettore dell'Ateneo fiorentino e presidente onorario dell'Accademia dei Georgofili ha lasciato un grande vuoto nel panorama culturale



FIRENZE — Nella giornata di domani, mercoledì 8 gennaio, dalle ore 8 e 30 la salma del professore Franco Scaramuzzi sarà esposta nella Aula Magna del Rettorato in Piazza San Marco a Firenze, mentre alle 11 si svolgerà una commemorazione  che sarà aperta dal rettore Luigi Dei e la cerimonia funebre si terrà alle ore 15 presso la Basilica della Santissima Annunziata.

E' morto a Firenze il giorno dell'Epifania il professor Franco Scaramuzzi, eletto presidente dell'Accademia dei Georgofili per la prima volta nel 1986 è stato poi rieletto per otto volte consecutive, rimanendo in carica per 28 anni anche nel 1993, quando l’Accademia fu distrutta da un’autobomba attribuita alla mafia.

Cordoglio anche in Ateneo per la scomparsa del già rettore dell’Università di Firenze dal 1979 al 1991. Era professore emerito e medaglia d’oro dell’Università di Firenze. Laureatosi in Scienze Agrarie nel 1948, grazie ad una borsa di studio ha iniziato la propria attività presso l’Ateneo fiorentino. Dopo aver vinto nel 1959 la cattedra di Coltivazioni arboree presso l’Università di Pisa, nel 1969 è stato chiamato all’Università di Firenze a coprire il posto che era stato del suo maestro Alessandro Morettini. Eletto rettore dell’Ateneo nel 1979 ha ricoperto la carica per quattro mandati fino al 1991.

"Con Franco Scaramuzzi la Toscana piange un importante scienziato, un rettore stimato e un uomo di punta nelle principali società scientifiche nazionali ed internazionali che, per decenni, è stato punto di riferimento sicuro per uno stuolo di allievi, colleghi, imprenditori, rappresentanti delle istituzioni e per il complesso mondo delle scienza agrarie" ha detto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. Il presidente ha ricordato come la Regione, nel 2014, avesse assegnato a Scaramuzzi il Pegaso d'Oro per il suo impegno scientifico ed accademico, sottolineando, in particolare, la capacità di suscitare l'interesse delle giovani generazioni verso le questioni dell'agricoltura.

“Grande dolore per la morte del professor Franco Scaramuzzi e profondo cordoglio a nome mio personale e di tutta la città ai familiari e all’Accademia dei Georgofili” ha detto il sindaco del Comune di Firenze Dario Nardella. “Scaramuzzi è stato tra i protagonisti di Firenze negli ultimi 50 anni. Uomo con una carriera accademica prestigiosa, ha dato alla nostra città e al nostro paese un contributo culturale di notevole valore. Un saluto commosso e l’abbraccio di tutta Firenze alla famiglia e agli amici”.

‘’Il professore Franco Scaramuzzi ha contribuito profondamente, non solo nell’ambito delle sue vaste competenze, ma grazie anche alle sue non comuni doti umane, a rafforzare il prestigio della nostra istituzione e, assieme alla Vice Presidente Donatella Carmi, al Direttore Gabriele Gori, agli Organi e ai Soci, ci uniamo al dolore della famiglia e della cara Maria Oliva, nostra Consigliera’’ ha dichiarato il Presidente della Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori dopo aver appreso della scomparsa del professore.

“Se ne è andato un grande studioso, una personalità di rilievo nel campo delle scienze agrarie, un uomo che tanto si è speso per la promozione delle ricerche su temi fondamentali per lo sviluppo del settore agrario alla guida, per 28 anni, dell'Accademia dei Georgofili di cui aveva mantenuto la carica di presidente onorario. Lo ricorderemo sempre con grande stima ed affetto per l'impegno, il rigore, la passione con i quali ha contribuito al progresso delle scienze e delle loro applicazioni in favore del mondo agricolo” con queste parole Marco Neri, presidente di Confagricoltura Toscana ha espresso il suo cordoglio.

 “Con la scomparsa del professor Franco Scaramuzzi l’agricoltura italiana perde uno dei suoi massimi esperti, un uomo caratterizzato da una incredibile lungimiranza che con il suo grande impegno e la sua sconfinata passione ha onorato la cultura e la scienza del nostro Paese tanto da essere insignito di una medaglia d'oro dal Presidente della Repubblica e da essere nominato Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana” ha detto il presidente della Copagri Franco Verrascina. “Voglio inoltre ricordarne la grande perseveranza nonché l’incredibile bagaglio di conoscenze, qualità che gli hanno permesso di essere sempre in prima linea e di fare delle tre missioni dell'Accademia, ovvero la ricerca scientifica, il trasferimento tecnologico e la formazione, un vero e proprio mantra, che lo ha accompagnato per tutta la vita”, aggiunge il presidente della Copagri.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità