QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 16°30° 
Domani 15°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 22 settembre 2018

Cronaca martedì 13 marzo 2018 ore 11:30

Giovane americana molestata e rapinata

Paura nella notte dopo che un uomo ha alzato la maglietta della ragazza per palpeggiarla e portarle via la borsa insieme ad altri tre complici



FIRENZE — Quella di cui è stata vittima la ragazza, una statunitense, è stata solo la terza delle rapine, due riuscite e una tentata, messe a segno in pochi minuti dal quartetto che i carabinieri ha incastrato stanotte in pieno centro. Il ragazzo che ha molestato la giovane alzandole la maglietta per palpeggiarla è un 22enne marocchino. Gli altri, pronti ad afferrare la borsa della malcapitata, sono tutti italiani: due uomini e una donna di Firenze e Bagno a Ripoli.

L'aggressione è avvenuta intorno alle 1.10 in via Pellicceria. La ragazza era insieme a due amiche che hanno cercato di aiutarla e che per questo sono state a loro volta aggredite e colpite. Ad accorgersi di quanto stava accadendo sono stati alcuni passanti che sono intervenuti in aiuto delle ragazze e hanno chiamato i carabinieri. 

Una volta sul posto, i militari hanno ricostruito le scorribande del quartetto. La prima rapina è stata messa a segno poco prima della mezzanotte in piazza della Repubblica. Anche in questo caso a farne le spese sono stati otto americani: due ragazze che si trovavano con loro sono state aggredite, picchiate, minacciate con un coltello e una anche palpeggiata. Soccorse, ne avranno per cinque e sette giorni di prognosi. Il fidanzato di una delle due, intervenuto per aiutarle, si è preso una bottigliata in testa. 

Dopo è toccato a due ragazze italiane che, verso l'una, si sono viste venire incontro il gruppetto di malviventi. In questo caso, però, la loro reazione è riuscita a impedire che il colpo andasse a segno.

Alla fine per il 22enne si sono aperte le porte del carcere di Sollicciano mentre per gli altri tre sono scattati gli arresti domiciliari. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità