comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:30 METEO:FIRENZE11°16°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 05 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo, neve in Liguria: in azione le squadre di soccorso della Protezione civile

Attualità sabato 21 gennaio 2017 ore 13:35

Emergenza migranti, i sindaci ci riprovano

Nuova riunione in Prefettura, dopo gli scontri di sabato scorso, per trovare una sistemazione ai migranti scampati al rogo nel capannone



FIRENZE — Il sindaco di Firenze Dario Nardella nelle ultime ore aveva annunciato il nuovo tavolo tecnico  in Prefettura a Firenze insieme agli altri sindaci dell'area metropolitana per discutere e soprattutto decidere come sistemare i migranti che hanno occupato il palazzo di proprietà dei gesuiti in via Spaventa dopo il rogo del capannone all'Osmannoro in cui viveva anche Alì Muse, il 44enne somali morto nell'incendio.

La riunione, iniziata in mattinata e a porte chiuse, arriva il giorno dopo la minaccia da parte del Comune di Firenze di sgomberare il palazzo in caso di via libera da parte della proprietà. Ieri sera, però, il direttore dello Stensen, padre Ennio Brovedani, ha detto che è necessario "darci tempo" per trovare una soluzione. 

Intanto, prima dell'inizio del comitato per l'ordine e la sicurezza, il sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi ha detto: "Si tratta di un tentativo di proseguire, come avevamo iniziato a fare sabato scorso, la ricerca di soluzioni che non siano l'occupazione. E' evidente che tutti i Comuni facciano la loro parte e individuino modalità di accoglienza, per quanto temporanee". 

Sabato scorso, durante il primo vertice, la protesta dei migranti assiepati sotto la Prefettura è culminata negli scontri con la polizia. 

LORENZO FALCHI AL COMITATO PER LA SICUREZZA E L'ORDINE PUBBLICO - dichiarazione


Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità