Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:25 METEO:FIRENZE19°30°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 13 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, risse nelle vie della movida: i video dai Navigli e in Piazza 24 Maggio

Arte domenica 11 febbraio 2018 ore 12:00

Marie Antoinette. I costumi di una regina da Oscar

Ascesa e declino di un'icona del fashion nella mostra al Museo del Tessuto di Prato con i costumi del film di Sofia Coppola dedicato alla famosa regina di Francia.



FIRENZE — Sono abiti da Oscar quelli in mostra fino al 27 maggio al Museo del Tessuto per “Marie Antoinette. I costumi di una regina da Oscar”. Vere e proprie opere d'arte, le creazioni della costumista di fama internazionale Milena Canonero realizzate dalla Sartoria The One sono infatti unanimemente riconosciute come la più fedele ricostruzione degli abiti del Settecento mai realizzata per lo schermo cinematografico. In esposizione nella sezione del museo dedicata alle mostre temporanee sono venti abiti, soprattutto femminili, indossati dai protagonisti del film di Sofia Coppola passato alla storia per aver portato sullo schermo in maniera pop e alquanto non convenzionale la vita di quella che sicuramente è stata la più celebre regina di Francia.

Molto efficace anche l'allestimento della grande sala: una pedana di grande impatto scenografico ricostruisce prima l'ascesa della giovane Maria Antonia dal suo trasferimento a Parigi dalla natia Austria fino all'incoronazione come regina di Francia e successivamente la sua discesa fino al momento in cui abbandona la residenza parigina per la prigione. Un percorso scandito da un'amore sfrenato per la moda, dall'abbigliamento agli accessori, che ha permesso alla giovane e bella monarca di passare alla storia non solo come una grande interprete del fashion, ma anche come colei che ha dato impulso alla creazione di un vero e proprio status per i coutourier francesi. Se infatti è vero che senza Rose Bern sicuramente la fama di Maria Antonietta come donna di gran moda sarebbe stata assai ridotta, è altrettando unanimemente riconosciuto come sia stato proprio grazie a questa regina che la fama dei grandi sarti francesi abbia mosso i primi passi ufficiali per la conquista del mondo.

La mostra di integra peraltro perfettamente con l'esposizione in corso nella Sala dei Tessuti Antichi dello stesso museo, dove, in parallelo, si tiene la mostra “Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo”, organizzata in collaborazione con la Galleria degli Uffizi e il Museo Stibbert, nella quale sono esposti preziose testimonianza dello stile e moda del Settecento attraverso abiti, tessuti e manufatti originali.


© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli inquilini di uno stabile hanno chiamato la polizia sventando così un furto commesso da giovanissimi. Uno è stato bloccato, gli altri sono fuggiti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Spettacoli