Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:21 METEO:FIRENZE18°31°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 16 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Attualità lunedì 26 aprile 2021 ore 10:10

Madre e figlia aggredite per maglia antifascista

Una donna e sua figlia, a passeggio in centro storico, sono state aggredite fisicamente e verbalmente a causa di una maglietta antifascista



FIRENZE — Grande spavento in piazza della Repubblica, a Firenze, per una donna e sua figlia che nella tarda serata del 25 Aprile sarebbero state aggredite da un gruppo di persone a causa di una maglietta antifascista.

L'episodio sarebbe accaduto verso le 21 quando un gruppo di avventori avrebbe gettato loro un bicchiere e si sarebbe rivolto in modo offensivo verso le due donne. A denunciare l'accaduto sono stati i consiglieri comunali Antonella Bundu e Dmitrij Palagi che hanno ricevuto la segnalazione da parte della donna.

Questa la nota diramata dai consiglieri "Una donna cammina con sua figlia, minorenne, nella giornata del 25 Aprile. Indossa una maglia antifascista. Per questo, passando davanti a un locale di via Pellicceria, inizia a ricevere offese e commenti. Avvicinata da un gruppo di persone risponde e in cambio riceve il lancio di ghiaccio e di un bicchiere. Il tutto con insulti e improperi, che le contestano il messaggio politico dell'indumento e la sua stessa presenza".

I consiglieri hanno aggiunto "Esprimiamo forte preoccupazione per quanto accaduto proprio il giorno della Liberazione. Diamo tutto il nostro sostegno alle persone coinvolte e confidiamo che nessuna forza politica si azzardi a parlare della non attualità dell'antifascismo. Si tratta di una vera e propria aggressione, che conferma l'importanza dell'antifascismo nel 2021, anche in una città medaglia d'oro della resistenza. Non si può pensare di dover camminare con timore per le strade per la scelta di condannare lo squadrismo e la violenza con cui il fascismo, alleato della monarchia, portò il Paese in una spirale di viltà e odio, che ancora vive in alcune tradizioni, pronte a riemergere in ogni momento di crisi. Con questa nota vogliamo evidenziare tutta la nostra solidarietà alla donna e a sua figlia, chiedendo a tutte le forze politiche e sociali di dare concretezza al loro impegno a favore dell'antifascismo, per il contrasto di ogni forma di aggressione come quella che è avvenuta nella giornata di ieri" hanno concluso Bundu e Palagi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Giornata nera per gli automobilisti in viaggio in città a causa di una catena di incidenti che ha bloccato le auto sulle maggiori arterie stradali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca