Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 18 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Saviano: «De Luca non mi vuole al Festival di Ravello? Non c'è nessun problema: non vengo»

Attualità sabato 10 aprile 2021 ore 08:41

La lingua della salute riscritta dalla Crusca

Vocabolario dell'accademia della Crusca

In era Covid, l'Accademia è in campo per ridefinire il lessico sanitario in modo che sia preciso, sì, ma anche chiaro e comprensibile per i cittadini



FIRENZE — Si fa presto a dire salute, epidemia, pandemia, Covid-19, tempesta citochinica: urge un lessico che coniughi la precisione scientifica con la chiarezza per l'utente e il cittadino. E allora, per riscrivere il linguaggio sanitario, scende in campo l'Accademia della Crusca. Con l'attivazione di una borsa di studio annuale, dal 1 aprile scorso, muove i primi passi la collaborazione tra istituzione linguistica, Regione Toscana e Federsanità Anci che rende Firenze ombelico della ristrutturazione dell'italiano della sanità.

Il tema è quello dell’alfabetizzazione sanitaria e del miglioramento della comunicazione riguardante il linguaggio tecnico e istituzionale in ambito socio-sanitario. Lo scopo della collaborazione è quello di fornire alla cittadinanza un accesso immediato e più consapevole alle conoscenze e al lessico della sanità, per poter partecipare alle scelte di salute che riguardano sia i singoli individui sia l’intera comunità. Non a caso il progetto prende il nome di Le Parole della Salute.

L’accordo tra la Crusca e Federsanità-Anci prevede innanzitutto l'individuazione di parole 'ostacolo' di largo utilizzo in ambito socio-sanitario, attraverso l’analisi di documenti di programmazione di settore di ambito regionale, di Asl e di zona distretto/Società della salute oltre che grazie a incontri laboratoriali con cittadini e associazioni di rappresentanza e tutela dell’utenza dei servizi. Da lì prenderà il via l'opera di costruzione e aggiornamento di un Glossario on-line, su piattaforma informatica di Federsanità.

Si andrà poi avanti con attività di comunicazione e sensibilizzazione nei confronti di professionisti di ambito socio-sanitario e amministratori pubblici sull’utilizzo di termini e linguaggio comprensibili per l’utente e il cittadino, organizzazione di un convegno, produzione di una pubblicazione scientifica.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il caso finisce in Consiglio comunale. "Troppi tavolini e pochi posti auto" hanno denunciato i consiglieri comunali Antonella Bundu e Dmitrij Palagi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Arte

Attualità

Attualità