Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°28°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 01 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo, il balletto di Federica Pellegrini con Martina Carraro

Attualità mercoledì 21 aprile 2021 ore 17:51

La via multietnica fa gruppo contro la crisi Covid

Sono 14 i commercianti che hanno deciso di unirsi per dare vita ad un Centro commerciale naturale a pochi passi da Santa Maria Novella



FIRENZE — In meno di 100 metri ci sono 14 imprenditori di 4 nazionalità diverse, 14 botteghe e 4 esercizi storici, un microcosmo multietnico che diventa da oggi il Centro Commerciale Naturale di via dell’Albero.

Per i commercianti si tratta di una scommessa contro la crisi dovuta al Covid ma anche una occasione di rinascita. Via dell'Albero fa parte di uno dei quadrilateri più difficili del centro storico, a pochi passi dalla stazione di Santa Maria Novella con via della Scala e via Palazzuolo si contende una lunga serie di episodi finiti sulla cronaca cittadina. 

Ci sono un’erboristeria, una friggitoria, un negozio di dolciumi, un parrucchiere, un bed and breakfast, un’agenzia di viaggi, un riparatore di biciclette, un’agenzia immobiliare, un negozio di souvenir, un negozio alimentare, un ortolano, dei negozi di telefonia e pratiche per l’estero e un ristorante, guidati da imprenditori italiani, marocchini, peruviani e bengalesi.

“Un evento, finalmente positivo, che va nella direzione di una Firenze diversa, al servizio dei fiorentini e di nuovi residenti. Una Firenze fondata sul modello economico della bottega che fa perno sulla piccola impresa: l’unico in cui lo sviluppo economico rimane ben ancorato al territorio, crea occupazione, offre servizi e prodotti che lo valorizzano, fa economia reale” ha commentato Luca Tonini, presidente cittadino di CNA, l’associazione che sostiene e coordina il CCN.

“Siamo molto contenti per l’inaugurazione di questo nuovo CCN, ancor più perché avviene in un momento di difficoltà per la città. Questo gesto di coraggio delle nostre botteghe in via dell’Albero merita tutto il nostro sostegno e il nostro apprezzamento. Da oggi iniziamo una nuova collaborazione che speriamo possa essere per loro di ausilio: insieme proveremo a costruire progetti nell’interesse delle botteghe di questa via” ha dichiarato Federico Gianassi, assessore alle attività produttive del Comune di Firenze.

“Una grande famiglia multietnica allargata anche ai residenti che ci hanno aiutato moltissimo nella nascita del Centro. Ma anche un modo per rubare spazio al degrado di alcune aree circostanti, presidiando il quartiere e rendendolo sempre più bello, sicuro e vivibile” ha informato Laura Stuto, presidente del CCN.

Fanno parte del CCN le imprese guidate da: Laura Stuto (erboristeria), Fabio Morgese (friggitoria), Antonella Frizzi (dolciumi), Domenico Tramonti (parrucchiere), Maria Roberta Corsi (B&B), Luisa Castelli (agenzia viaggi), Mauro Scarpelli (biciclette), Cabdul Sheekh Siraad (agenzia immobiliare), Rahman Kazi Mashukur (souvenir), Md Jashim Uddin (alimentari), Ali Hazrat (ortolano), Hasan Nazmul (telefonia), Josè Luis Neyra Bonilla (telefonia e pratiche varie per estero), Abdellah Outamldou (ristorante).

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo si è recato insieme con la compagna da un parrucchiere con l'intento di picchiarlo. L'arma da fuoco era legalmente detenuta
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca