comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:58 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 24 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Moratti furiosa: «Errore del governo, danno enorme per la Lombardia»

Attualità martedì 23 giugno 2020 ore 17:03

La nuova ciclabile svanisce al confine comunale

I ciclisti fiorentini sono rimasti delusi dalla limitatezza del nuovo percorso ciclabile che non è stato esteso all'intera area metropolitana



FIRENZE — La nuova pista ciclabile realizzata a Firenze lungo il viale Nenni finisce al cartello di Scandicci, una questione di confini comunali che fa sbuffare i ciclisti da anni in attesa di un percorso ciclabile tra i due comuni limitrofi. Un tracciato che avevano richiesto negli anni '80 e poi nel 2000 con la realizzazione del tram.

Dopo aver esultato per l'intervento sulla segnaletica stradale, come previsto dalle normative Covid, che ha regalato nuovi tracciati ciclabili sul territorio fiorentino, qualche dispiacere per i ciclisti è dovuto oggi alla limitazione dei percorsi.

"Si riempiono tutti la bocca con la Grande Firenze e con l’invito a pensare in ambito metropolitano, poi, quando c’è da fare un’opera a costo quasi zero per collegare due comuni, ecco che si ritorna ai campanilismi di secoli fa" è quanto pubblicano sul loro blog i ciclisti di Firenze Ciclabile, l'associazione affiliata Fiab.

Una pista ciclabile lungo la linea 1 della tramvia era stata auspicata dai ciclisti 15 anni fa, ed oggi che poteva essere recuperato il tempo perduto tutto sembra fermarsi al confine.

"La pista del viale Nenni serve ai ciclisti. Che questi abitino a Firenze o a Scandicci, a chi vuoi che importi? Che sia per andare o per tornare, sempre da lì bisogna passare" è la riflessione che chiude l'intervento pubblicato sul blog e condiviso dagli amanti delle due ruote che ogni giorno attraversano le strade di Firenze.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità