Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:47 METEO:FIRENZE16°26°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 03 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Iran, Khamenei: «Le proteste pianificate dall'America e dal regime sionista»

Attualità mercoledì 24 febbraio 2021 ore 16:25

​Inchiesta rider, sanzioni e obbligo di assunzione

Il sindacato Nidil Cgil Firenze ha commentato l'indagine condotta su scala nazionale e coordinata dalla procura di Milano rispetto al lavoro dei rider



FIRENZE — Sanzioni per 733 milioni di euro e obbligo di assumere 60.000 ciclofattorini, sono state queste le conclusioni dell’inchiesta milanese che coinvolge le principali piattaforme di consegna a domicilio. L'indagine è partita a Luglio 2019 e vede oggi sei persone indagate.

Anche alcuni ciclofattorini fiorentini sarebbero stati ascoltati dai carabinieri in merito all'indagine sulla sicurezza dei rider coordinata dalla procura di Milano, a renderlo noto è stato il sindacato Nidil Cgil Firenze che è intervenuto sulla vicenda.

"Ad alcune società di Food Delivery sono state contestate ammende per oltre 733 milioni di euro per la mancata applicazione della legge in materia di salute e sicurezza sul lavoro e, secondo quanto riportato dalla procura, le società dovranno assumere gli oltre 60 mila fattorini attivi in tutta Italia, con contratti adeguati rispetto alla mansione svolta" è quanto recita la nota di Nidil Cgil.

"In merito a questa indagine negli ultimi mesi erano stati sentiti dal Nucleo tutela del lavoro dei carabinieri anche alcuni ciclofattorini fiorentini - ha aggiunto il sindacato - Come Nidil Cgil abbiamo sempre denunciato il mancato rispetto delle norme di prevenzione sulla sicurezza, obblighi in materia di formazione, sorveglianza sanitaria, dispositivi di protezione individuale, eccetera, da ultimo pochi giorni fa in occasione dell'ennesimo infortunio sul lavoro da parte di un rider. Questa indagine finalmente riporta la legge e la giustizia in un settore fondato sullo sfruttamento del lavoro ed è, per i tanti rider che hanno lottato con determinazione a fianco del sindacato, un risultato decisivo che auspichiamo possa affermare definitivamente pieni diritti e tutele" conclude la nota.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ragazzo soccorso in gravi condizioni è deceduto in ospedale. La procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Proclamato sciopero di 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità